Ambiente

Giannutri sempre più ‘green’, ecco la pensilina fotovoltaica: “Energia pulita sull’isola”

Una pensilina fotovoltaica da 65 kw in grado di fornire energia pulita a Giannutri per la gran parte dell’anno”.

E’ quella realizzata sull’isola, di cui, venerdì scorso si è svolto il collaudo tecnico funzionale. Ad annunciarlo il sindaco di Isola del Giglio Sergio Ortelli.

Contiamo di immettere in rete la pensilina nel prossimo mese di marzo – afferma il primo cittadino, non appena tutte le pratiche burocratiche saranno terminate. Nel frattempo però il nostro progetto, che rientrava nel protocollo del 2015 denominato Smart Island, e che aveva ricevuto il premio ‘Good Practice of the Year’ è diventato realtà”.

Il protocollo del 2015 coinvolgeva il Comune di Isola del Giglio, Terna Plus, Sie Srl (il gestore dell’elettricità del Giglio e di Giannutri) ed altri partner.

La pensilina fotovoltaica – afferma Ortellisi trova in un terreno, trasferito dal Ministero dell’Ambiente al Comune quattro anni fa, collocato in prossimità della centrale elettrica di Giannutri. Dopo la consegna del bene all’amministrazione ci sarà l’inserimento della pensilina fotovoltaica nel sistema elettrico dell’isola”.

La procedura era iniziata nel 2017 quando l’amministrazione comunale pubblicò un avviso per la ricerca di uno sponsor, un avviso cui rispose proprio Sie Srl che, adesso, ha consegnato ufficialmente l’opera al Comune.

La pensilina fotovoltaica di per sé – afferma Ortellidovrebbe permettere a Giannutri di essere autosufficiente con l’energia green per la gran parte dell’anno, con la necessità di attingere dalla centrale elettrica solo nei periodi di maggior affluenza estiva”.

Insomma, l’obiettivo di avere due isole sempre più green è in itinere. “La nostra – afferma Ortelliè una scelta voluta e in linea anche con le politiche nazionali, visto che un decreto ministeriale stabilisce come obiettivo, quello dell’abbattimento delle emissioni nelle isole minori del 30 per cento. L’intervento proposto permetterà di razionalizzare l’impianto di energia elettrica, mentre l’isola ecologica che si trovava sul posto verrà collocata in un’area attigua. Abbiamo così risolto in parte il degrado dell’area e sarà possibile riaqualificare tutta la zona”.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button