Pubblicato il: 3 Agosto 2018 alle 16:07

Costa d'argentoPolitica

Spiagge sicure, il Pd: “Perché il Comune non ha partecipato al bando? Via le deleghe a Berardi”

Come gruppo Pd-Area Riformista abbiamo presentato un’interrogazione al sindaco per conoscere le ragioni per le quali il Comune di Orbetello non ha partecipato al progetto ministeriale ‘Spiagge Sicure‘”.

A dichiararlo è Luca Aldi, capogruppo del Pd-Area riformista nel Consiglio comunale di Orbetello.

Infatti, il Ministero dell’Interno ha promosso un bando a cui potevano partecipare i Comuni turistici costieri con determinati requisiti, che concedeva un finanziamento per contrastare il fenomeno dell’abusivismo e dell’illegalità in particolare sulle spiagge – spiega Aldi -. Nella nostra provincia erano stati individuati tre Comuni che avevano i requisiti per partecipare al bando: Follonica, Orbetello e Castiglione della Pescaia. Il Prefetto in data 12 luglio ha inviato a tutti e tre i Comuni una circolare che informava che il termine per la presentazione dell’istanza in Prefettura scadeva il 18 luglio”.

“L’istanza è stata presentata solo dai Comuni di Follonica e Castiglione, i quali hanno così ottenuto il finanziamento di 50.000,00 euro ciascuno, con cui il Comune di Follonica acquisterà un pickup destinato alla Polizia Municipale e il Comune di Castiglione assumerà 4 agenti di Polizia Municipale e doterà la stessa di un quad, Mezzi e personale che i Comuni utilizzeranno nella lotta al commercio abusivo, soprattutto nelle spiagge, a cui aggiungeranno una campagna pubblicitaria di sensibilizzazione contro l’acquisto di merce contraffatta – continua Aldi -. Invece, incredibilmente il Comune di Orbetello non ha presentato l’istanza alla Prefettura e questo, paradossalmente, proprio nel momento in cui il rappresentante della Lega in Consiglio comunale presentava una bizzarra mozione per chiedere al sindaco di usare i poteri straordinari contro chi chiede l’elemosina“.

“Come abbiamo sottolineato nel Consiglio comunale del 31 luglio, l’amministrazione, invece di perdere tempo con le iniziative prive di valore concreto e buone solo per la propaganda, dovrebbe impegnarsi seriamente, usando i poteri ordinari, e in coordinamento con Prefettura, Carabinieri e Finanza, nella lotta all’illegalità e all’abusivismo nel commercio. E questa era una di quelle occasioni per farlo ed è andata banalmente persa per la superficialità dei nostri amministratori – sottolinea Aldi -. E pensare che la delega per la Polizia Municipale è ancora in capo al consigliere Berardi, che è anche senatore della Repubblica e che quindi avrebbe dovuto essere informato prima di tutti dell’iniziativa ministeriale. O forse sono proprio i suoi impegni romani che gli fanno trascurare quelli orbetellani, come più volte abbiamo sottolineato: si veda la tragicomica delle casette dell’acqua”.

“Pertanto invitiamo ancora una volta il sindaco a togliergli le deleghe, perché non è più in grado di seguirle, come questa vicenda della mancata partecipazione al bando ministeriale ha chiaramente dimostrato. Così come lo invitiamo a togliere la delega del decoro urbano al consigliere Michele Pianelli, perché, mentre il centro di Orbetello e le frazioni sono in pieno degrado, l’unica iniziativa che ha preso, in oltre due anni, è stata la presentazione di questa mozione talmente strampalata, che è stata dovuto rattoppare dalla sua stessa maggioranza – termina Aldi. Il quale, oltretutto, non si era accorto dell’iniziativa del Ministro Salvini, leader suo stesso partito, in tema di sicurezza e di lotta all’abusivismo nel commercio“.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su