GrossetoScuola

“Crea il tuo business”: presentati i progetti di autoimprenditorialità del Polo tecnologico

Ad aprire i lavori è stato il dirigente scolastico, Claudio Simoni, che ha sottolineato il grande lavoro sviluppato dagli studenti e gli elementi di innovazione di cui sono portator

La sala Pegaso ha ospitato nei giorni scorsi la presentazione di nove dei trentadue progetti di auto imprenditorialità realizzati dagli studenti del Polo tecnologico “Manetti Porciatti” e inseriti nei percorsi Pcto e di educazione civica.

Davanti al mondo delle imprese e delle istituzioni questi “imprenditori in erba”, hanno relazionato e illustrato “Crea il tuo business”, progettualità che ha coinvolto diverse discipline curricolari dall’Informatica, all’elettrotecnica e alla progettazione edilizia fino all’educazione finanziaria, Pcto e di educazione civica.

Ad aprire i lavori è stato il dirigente scolastico, Claudio Simoni, che ha sottolineato il grande lavoro sviluppato dagli studenti e gli elementi di innovazione di cui sono portatori. Il presidente della Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno, Riccardo Breda, in quanto ente patrocinatore di progetti come “Idee in Azione”, appositamente sviluppati in questo ambito, ha evidenziato come tali percorsi “rafforzino l’acquisizione di competenze tecniche necessarie per competere in un mondo come quello imprenditoriale, dinamico ed in continua evoluzione e come punto di svolta per il territorio”.

Tra gli altri hanno portato il loro saluto il consigliere delegato all’edilizia scolastica, Cecilia Buggiani, l’assessore all’istruzione e alle politiche giovanili del Comune di Grosseto, Angela Amante, il Comandante provinciale della Guardia di Finanza, Cesare Antuofermo, il presidente di Ance, Rossano Massai, la vicepresidente del Collegio dei geometri, Cristina Benigni, Emiliano Calchetti, per Confartigianato, e Caterina Fratangeli, per Confindustria. Innovazione, competenza e creatività sono state le parole d’ordine che hanno guidato i progetti; da app per agenzie immobiliari a quelle deputate alla consulenza finanziaria, fino a passare ad oggetti ludici antistress, box per la coltivazione casalinga di basilico, o a realizzazione di vere e proprie strutture con valenza sociale a livello sportivo e residenziale, il tutto non eludendo i criteri della sostenibilità ambientale.

Siamo veramente soddisfatti dei risultati raggiunti dai nostri studenti – hanno commentano i docenti Vincenzo Di Gennaro e Simone Pizzinelli, responsabili del percorso Pcto – perché, a prescindere dalla cantierabilità dei progetti, sono stati capaci di acquisire percorsi e metodologie nuove di agire e di lavorare.”

Questi i progetti e gli studenti coinvolti: Geodomus, classe III AIA, studenti Kristian D’Arco e Michael Licciardi – InfoBiz, classe III ET, studenti Giacomo Sciarra e Tommaso Caiazzo – MagneTick, classe III ET, studente Nicola Alocci – Basil Boxxx, classe V EC, studente Andrea Sugaroni – N.S.G., classi V EC , studente Fabio Rizzi, V ET studente Stefan Ghita – Sa.Lu.Pa, classe V ET, studenti Paolo Sartori e Samuele Pini – I Giardini del Sole, classe IV AQ, studenti Giada Bartalini e Irene Minucci – New Bamboo, classe V ATL, studenti Raffaella Rossi e Emma Fanciulli – To feel all the same, classe III A CAT, studenti Serena Albano e Daniel Severi.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button