Colline MetalliferePolitica

Sassofortino, il Pci: “Frazione dimenticata dal Comune, il degrado regna sovrano”

"Le promesse della campagna elettorale sono restate nel libro dei sogni"

Le frazioni ed i centri minori sempre più abbandonati. È così anche nel comune di di Roccastrada, dove si assiste a servizi sempre più scadenti ed in qualche caso assenti”.

A dichiararlo, in un comunicato, è la segreteria del Pci delle Colline Metallifere.

“Le promesse della campagna elettorale sono restate nel libro dei sogni. Sassofortino da anni è una frazione del comune totalmente abbandonata da parte della politica e delle istituzioni – continua la nota -. Nella frazione ci sono tanti anziani, che ogni giorno devono fare gincane per non cadere nelle numerose buche del paese in zone asfaltate qualche decennio fa e ormai logore e piene di strappi profondi, pericolose in generale per tutti: dal ragazzino che va in bicicletta, fino all’anziano che rischia una caduta con conseguenze gravi di traumi. Le stesse auto rischiano danni in questi crateri. Per non parlare poi della manutenzione del verde che in molte zone interne al centro storico è fatta dal singolo cittadino”.

“Sassofortino sta assomigliando sempre più a un campo da golf abbandonato che una frazione di un comune che, come quello di Roccastrada, in altre zone investe nel decoro e nella sicurezza urbana delle aree di competenza comunale – sottolinea il Pci -. Per non farsi mancare nulla oltre ai servizi sempre più scarsi, spesso la frazione resta senza acqua per giorni, un disservizio gravissimo, dato che i cittadini della frazione pagano le tasse, tante, esattamente come gli altri cittadini italiani. Costi sempre più alti, servizi scadenti e in questo caso aggravati dalla inesistenza di una programmazione di investimenti per il rifacimento delle strade e manutenzioni della frazione e gravi, gravissimi i disservizi del gestore della rete idrica”.

“Noi lo avevamo detto in campagna elettorale di dire basta a chi nel tempo ha gestito il comune in una sorta di successione politica senza valutare le azioni politiche di questi ultimi 30 anni – termina il comunicato -. È necessario che tutti i cittadini, a fronte di una tassazione sempre più gravosa, chiedano, insieme al Pci, servizi adeguati e manutenzioni, gli stessi che devono essere garantiti in tutti i centri abitati del capoluogo. È una vergogna lasciare il paese in queste condizioni di abbandono”.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button