Pubblicato il: 22 Maggio 2020 alle 15:26

Colline MetalliferePolitica

Emergenza Coronavirus, il Pci: “Quanto investe il Comune per aiutare le famiglie?”

"Il covid-19 ha messo a dura prova la tenuta complessiva del nostro sistema"

La segreteria del Pci ha inviato una nota al Comune di Massa Marititma con la quale traccia un’analisi e avanza proposte: questa è la sintesi.

“Il covid-19 ha messo a dura prova la tenuta complessiva del nostro sistema facendo aggravare la situazione, per molti aspetti, di disagio tra i cittadini a livello economico – si legge in una nota del Pci -. Al sindaco sono già state fatte diverse segnalazioni per conto di cittadini e famiglie, alle quali sono venute a mancare le risorse per sopperire al quotidiano per quelle funzioni primarie ed indispensabili. Agli interventi del Governo nella prima fase di aiuti (buoni alimentari, bonus 600 euro, Cig, ecc…), si sono sommate le iniziative locali come la raccolta di fondi per acquisto alimenti promossa dal Comune, che hanno dato delle prime parziali risposte a questi bisogni anche se ci risulta che ancora ad oggi bonus e Cig siano in forte ritardo. A questi primi interventi con l’ultimo decreto si dovrebbero attivare ulteriori sostegni a cittadini e famiglie in difficoltà per dare risposte urgenti ed essenziali a chi si trova in sempre maggiori difficoltà“.

“Riguardo a quanto sopra, la segreteria del Pci vorrebbe sapere – prosegue il comunicato -:

  • quali risorse proprie il Comune ha messo a disposizione o intende mettere a disposizione dal proprio bilancio, oltre a quelle di Governo e Regione, per il sostegno economico di famiglie e cittadini destinate agli alimenti, alla casa e ad altri aspetti indispensabili della vita quotidiana;
  • se il Comune ha una mappatura delle richieste effettuate per un monitoraggio attento del disagio economico in cui sono cadute famiglie e cittadini della comunità e, nel caso di risposta affermativa, se può fornirci i dati;
  • se rispetto ai buoni alimentari e alla prevista erogazione di pacchi alimentari effettuata con le donazioni della popolazione, il Comune intende provvedere all’istituzione di uno specifico fondo istituito con risorse di bilancio per rispondere alle esigenze della popolazione più fragile;
  • se risponde al vero quanto riferito da alcuni cittadini che l’erogazione del bonus affitti (Covid) arriverà a luglio. Riterremo importante uno sforzo maggiore per accelerare le procedure per alleviare le difficoltà di inquilini e proprietari”.

“Chiediamo infine di essere messi a conoscenza di eventuali iniziative intraprese o che il Comune intende intraprendere per sollecitare la Cig e i bonus alle imprese nei confronti degli enti competenti poiché, anche in questo caso, le difficoltà sono reali e immediate ed è assurdo che dopo 3 mesi vi siano situazioni non evase – termina il comunicato -. Se questo periodo è emergenza perché ci è piovuta addosso in modo inaspettato e improvviso, proviamo a dare risposte altrettanto immediate e dirette o perlomeno proviamoci“.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su