Pubblicato il: 13 Dicembre 2019 alle 12:07

EconomiaGrosseto

Cisl Funzione pubblica: Patrizia Pieri eletta nella segreteria

Avviato un progetto per formare i dirigenti sindacali

Novità nella segreteria della Cisl Funzione Pubblica di Grosseto, che aumenta la presenza femminile. E’ stata eletta all’unanimità, infatti, Patrizia Pieri, del comparto Enti locali e agente della Polizia municipale di Grosseto.

Pieri si occuperà degli aspetti organizzativi della federazione e delle trattative negli enti locali insieme a Simona Piccini, segretaria con delega agli enti locali. Le sue due nuove segretarie si affiancheranno a Luciano Biscottini, riconfermato nel suo ruolo di segretario generale. Inoltre, durante il consiglio generale della federazione è stato dato il via alla creazione di un progetto di rete sindacale che inizi con la formazione di alcuni delegati Rsu per poterli rafforzare sulle trattative sindacali.

Oggi svolgere attività sindacale – dichiara il segretario della Funzione pubblica Luciano Biscottini è diventato sempre più complesso e per questo c’è una costante necessità di formare gli operatori sui contratti e sulla normativa, amministrativa e contabile. Vogliamo farlo per essere al passo con i tempi, cercando di valorizzare il sindacato di prossimità, l’erogazione di servizi agli iscritti e la contrattualistica“.

Proprio in quest’ottica, nel 2019 sono stati siglati la maggior parte dei contratti giuridici degli enti locali con l’introduzione di nuove opportunità per i dipendenti approvate con il contratto collettivo nazionale 2016 – 2018.

In questi giorni – dichiara la segretaria agli Enti locali Simona Piccini è prossima la firma definitiva del contratto giuridico ed economico del Comune di Grosseto e l’applicazione di un nuovo regolamento orario, che aiuti a conciliare i tempi di vita e di lavoro dei dipendenti comunali e garantisca allo stesso tempo un miglioramento dei servizi al cittadino. Rimane da sottolineare ancora una volta che, se i contratti del pubblico impiego sono migliorati nelle regole e nel riconoscimento delle professionalità dei dipendenti, la bassa retribuzione tabellare rispetto ad altri Paesi europei e le scarse risorse che la pubblica amministrazione può destinare al salario accessorio, tendono a limitare fortemente la valorizzazione economica di chi si impegna quotidianamente nel proprio posto di lavoro“.

La Cisl Funzione pubblica è convinta che anche nel pubblico impiego si debba avviare un piano di lungo periodo che veda la valorizzazione di tutte le categorie e il miglioramento dei servizi della Pubblica amministrazione “…e contratteremo a livello nazionale – conclude la Cisl Funzione pubblica di Grossetoperché ciò avvenga con il nuovo contratto collettivo sul tavolo di discussione tra Governo e sindacati“.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su