Pubblicato il: 29 Settembre 2016 alle 16:14

FollonicaNotizie dagli Enti

Follonica: i parcometri si possono pagare anche con bancomat e carta di credito

Da oggi i parcometri di Follonica accettano anche le carte di credito e i bancomat.

E la Città del Golfo è tra i pochi comuni italiani (considerando anche quelli medio-grandi) che si è adeguata alla legge di stabilità 2016, che imponeva di rendere possibili i pagamenti con carte di credito bancarie adeguando i parcometri utilizzati per la gestione della sosta tariffata.

“Abbiamo  finalmente concluso questo percorso di adeguamento dei parcometri al pagamento con carta di credito – dichiara l’assessore comunale Mirjam Giorgieri, percorso che con l’Urp/Parcometri abbiamo iniziato  a primavera e formalizzato con affidamenti e contratti, con banche e casa madre, entro la data imposta dalla legge di stabilità, cioè il primo luglio.

A livello tecnico, sia rispetto alle macchine che rispetto alle procedure informatiche, l’ok definitivo è arrivato oggi. Tutto è pronto, perfezionato e attivo per l’uso e quindi da domani i cittadini e i turisti potranno pagare la sosta con le monetine, con il bancomat o con la carta di credito.

Un risultato ottimo, che ci colloca tra i pochi comuni virtuosi, raggiunto grazie all’impegno della nostra struttura comunale, che ha seguito attentamente e con continuità ogni fase, coordinando i vari interventi di una procedura indubbiamente complessa sia a livello burocratico che tecnico. Tutto è monitorato on line e il servizio sarà per molti gradito”.

I parcometri

46 sono i parcometri ad oggi attivi nel comune di Follonica, 26  dei quali sono di un modello non adeguabile alla nuova tecnologia. I 20 adeguabili ed adeguati sono localizzati in tutta la città e tra pochi giorni saranno distinguibili anche con una palina che li segnalerà.

Questo significa – continua l’assessoreche ci sono parcometri dove è possibile pagare con carta e moneta e altri dove si può pagare solo con moneta, ma la distribuzione di quelli che accettano la carta è stata studiata per coprire la zona blu in modo funzionale, anche valutando le transazioni di ogni singolo parcometro e quindi la richiesta oggettiva del servizio. Un lavoro attento da parte dell’ufficio, uno studio specifico che ovviamente non è stabile, ma mutabile secondo le esigenze dell’utenza, che potrebbero anche cambiare. E noi via via ottimizzeremo”.

Di fatto, tante sono le forme di pagamento possibili ad oggi nel territorio comunale e, oltre agli abbonamenti e alle varie agevolazioni, il cittadino che vorrà pagare con carta troverà a pochi metri dalla sua sosta il servizio ottimale.

“Ma le novità non sono finite – conclude  l’assessore Giorgieri: la tecnologia offre spunti via via perfezionabili e a breve altre cose saranno attuate sui parcometri, per andare verso le esigenze di una popolazione sempre più tecnologica e con poco tempo a disposizione”.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su