Pubblicato il: 9 Aprile 2020 alle 21:10

Colline MetallifereCosta d'argentoGrossetoSalute

Emergenza Coronavirus: in Maremma l’Ortopedia si riorganizza con la Rete del trauma

L'attuale quadro organizzativo prevede quindi che i traumi maggiori vengono centralizzati su Orbetello

Rete ortopedica del trauma, così può essere definita la collaborazione ancora più sinergica che si è creata in emergenza Covid-19 tra le Unità operative di ortopedia della provincia grossetana.

Sono interessati dalla rimodulazione delle attività il reparto del San Giovanni di Dio di Orbetello, in particolar modo, diretto dal dottor Luigi Becherucci, e quello del Sant’Andrea di Massa Marittima, diretto dal dottor Alessandro Simonetti.

Anticipando il picco dei contagi, la direzione aziendale e quella di presidio ha convertito, come ormai noto, la nuova ala del Misericordia in ospedale “Covid”, trasferendo negli ospedali di prossimità alcune attività, tra cui quella ortopedica, ripristinata in meno di un giorno a Orbetello con il trasporto di materiali, risorse e tutte le strumentazioni necessarie, compreso il robot Da Vinci.

L’attuale quadro organizzativo prevede quindi che i traumi maggiori vengono centralizzati su Orbetello, dove i professionisti del posto, insieme ai colleghi di Grosseto, si occupano degli interventi di maggiore gravità ed è presente un ortopedico h24. Al Misericordia resta attivo il servizio di fast track ortopedico al Pronto Soccorso per il trauma minore, anche per i piccoli pazienti pediatrici che negli ultimi giorni hanno fatto accesso al Pediatrico per traumi domestici. Vi è inoltre un ortopedico reperibile per le urgenze notturne.

La collaborazione è massima anche con i professionisti del 118 che trasportano i traumi maggiore su Orbetello, mentre i casi di minore criticità vengono capillarmente inviati per il trattamento chirurgico successivo principalmente al Sant’Andrea di Massa Marittima.

Questo periodo emergenziale ha ancor di più messo in risalto un lavoro di squadra che accomuna tutti i professionisti dell’area grossetana, pronti e disponibili per rispondere in maniera sempre adeguata alle esigenze del territorio e del momento. Trasferire le attività di un intero reparto non è stato facile e ha coinvolto varie figure professionali che ringrazio”, commenta il dottor Pierfrancesco Perani, direttore dell’Uoc Ortopedia e Traumatologia di Grosseto.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su