Presenza di batteri, il sindaco firma l’ordinanza: “A Prata acqua non potabile”

In seguito ad una segnalazione del Dipartimento di igiene e sanità dell’Usl Sud Est, con il quale si comunica che i valori emersi dall’analisi microbiologica effettuata su un campione di acqua a Prata non sono perfettamente conformi ai parametri fissati dal D. Lgs n° 31/2001, causa, la presenza in numero superiore di Enterococchi, il sindaco di Massa Marittima, Marcello Giuntini, ha emesso un’ordinanza cautelativa che vieta per il momento l’utilizzo dell’acqua a scopi potabili, nella frazione.

L’Acquedotto del Fiora ha infatti già preso provvedimenti in merito, rimuovendo le cause che hanno portato a questa anomalia, ma, nell’attesa dei risultati delle nuove analisi, che saranno disponibili nelle prossime ore, l’uso dell’acqua è consentito solo per l’igiene personale e per la preparazione di alimenti previa bollitura per almeno 15 minuti.

Non appena l’Usl confermerà all’amministrazione comunale che i valori sono rientrati nella norma, il sindaco provvederà a darne comunicazione alla cittadinanza ripristinando il normale uso dell’acqua potabile nella frazione.

Nel frattempo, sarà possibile l’approvvigionamento al fontanello di piazza Guerrazzi e all’autobotte di Acquedotto del Fiora, che dalle 21 di questa sera si troverà in via della Repubblica con le apposite cannelline per il rifornimento.

Per qualsiasi problema relativo alla fornitura alternativa di acqua, è possibile contattare il numero verde di Acquedotto del Fiora 800.356935.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top