Colline del FioraCultura & Spettacoli

Sorano e il suo territorio ripartono: “Puntiamo su cultura, ambiente e enogastronomia”

L'area archeologica di Sovana, nell'ambito del Parco archeologico della Città del Tufo, sarà aperta per tutto il mese di giugno

Sorano riparte puntando soprattutto sui beni culturali, sull’ambiente, sui prodotti enogastronomici di qualità e sul termalismo.

L’area archeologica di Sovana, nell’ambito del Parco archeologico della Città del Tufo, sarà aperta per tutto il mese di giugno, il sabato e la domenica, con orario continuato. Sempre nel mese di giugno sarà riaperto il museo della Fortezza Orsini, che in questi mesi ha subito un’opera di profonda riqualificazione.

E’ in corso anche la riqualificazione del museo di San Mamiliano di Sovana, dopo il furto delle monete d’oro dello scorso novembre. Anche per questo museo la riapertura è prossima. A metà mese riapre il villaggio turistico Le Querce e poco dopo sarà la volta delle antiche terme Acqua di Sorano, che in questi giorni stanno provvedendo agli adempimenti richiesti dal protocollo regionale.

Nei giorni scorsi – sottolinea il sindaco di Sorano, Pierandrea Vanni sono ripartiti molti alberghi, ristoranti, agriturismi, e B&B. Voglio ringraziare di cuore tutti gli operatori perché si stanno impegnando al massimo pur in una situazione francamente non facile. Prima della fine di giugno Sorano e il suo territorio saranno in grado di offrire la loro tradizionale ospitalità, se possibile anche migliorata ulteriormente, e inoltre offrirà ai visitatori nuove ‘scoperte’, per esempio la possibilità di visitare alcuni siti dell’area archeologica di Sovana, fino ad oggi non praticabili. Poi i due musei della Fortezza Orsini di San Mamiliano, completamente rinnovati e arricchiti. C’è inoltre un impegno per rinnovare e ampliare la sentieristica. Infine, per quanto riguarda la promozione abbiamo messo a punto, assieme ai comuni di Manciano e Pitigliano, un progetto straordinario di valorizzazione attraverso i social e altre forme di comunicazione di tutto il territorio delle Colline del Fiora. In più partecipiamo al progetto di promozione promosso dall’Ambito ottimale turistico della Maremma Sud. Stiamo facendo e faremo tutto il possibile per sostenere gli sforzi dei nostri operatori

Da parte sua l’assessore al turismo Tiziana Peruzzi sottolinea come i primi segnali di ripartenza siano “incoraggianti ,anche se ovviamente è presto. Quello che è certo è che la reazione degli operatori del settore, come del resto di tutti i cittadini, dopo i mesi difficilissimi e penalizzanti che abbiamo attraversato, è di buon auspucio”.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button