Politica

Cosap, l’opposizione: “Mozione bocciata senza motivo, Vivarelli Colonna predica bene, ma razzola male”

La maggioranza ha bocciato la mozione presentata dal nostro gruppo consiliare, che chiedeva la sospensione della Cosap relativa ai passi agrari e l’esenzione nel bilancio 2020. Una decisione inspiegabile che dimostra come il presidente Vivarelli Colonna predica bene, ma razzola male, anzi malissimo“.

E’ quello che dichiarano i consiglieri provinciali del gruppo di minoranza Democratici Insieme, composto da Marcello Giuntini, Francesco Limatola, Lorenzo Mascagni e Luca Aldi, in merito all’ultima seduta del Consiglio provinciale.

Invece di venire incontro alle necessità delle imprese messe in difficoltà dall’emergenza sanitaria Covid – aggiungono i consiglieri -, la Provincia fa finta di niente e lo dimostra anche il fatto che un’altra nostra mozione, presentata per alleggerire della Cosap ai pubblici esercizi non è stata nemmeno messa all’ordine del giorno. Vivarelli Colonna attacca la Regione per chiedere che venga incontro ai cittadini, ma l’ente che lui dirige non fa nulla. Nè sull’abbattimento della loro imposta, la Tefa, che riguarda l’addizionale sui rifiuti, tanto meno sulla tassa di occupazione del suolom visto che hanno bocciato le nostre due mozioni. Siamo al paradosso che un esercizio che ha i tavoli su una strada provinciale paga tutta la Cosap, mentre invece in tanti Comuni non la paga o è ridotta“.

Quello che chiediamo – sostengono i consiglieri è che la Provincia, visto che martedì andremo ad approvare il bilancio, venga incontro alle necessità delle imprese. In un momento così difficile per tante imprese, ci piacerebbe sapere con quale coraggio i consiglieri provinciali che hanno bocciato la nostra mozione poi si dichiarano dalla parte ai cittadini“.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button