“Nuove Figure”: martedì sera la banda di “Bolek, Lolek e gli altri” fa tappa a Gavorrano

Il festival “Nuove Figure” non smette mai di stupire il suo pubblico: è infatti di quest’anno la collaborazione con l’istituto polacco di Roma che ha fatto nascere l’idea di dare spazio al cinema di animazione nell’ambito di una rassegna di teatro di strada tutta rivolta ai bambini e alle famiglie.

Sulle ali del successo di questa iniziativa, dopo le tappe a Follonica e a Boccheggiano, domani, alle 21, ai Bagnetti, sede del Parco minerario delle Colline metallifere, torna lo spettacolo “Bolek, Lolek e gli altri”, con una serata mirata a divertire i più piccoli, avvicinandoli alla cultura, al cinema e all’animazione.

Lo spettacolo ripercorrerà una parte della storia del film di animazione polacco per l’infanzia attraverso una scelta di nove titoli. Tra gli autori, si trovano i nomi dei più noti registi polacchi del cinema di animazione, tra i quali anche Witold Giersz e Daniel Szczechura. I film presentati sono realizzati con tecniche diverse: marionette, pupazzi, oggetti di uso quotidiano, carta ritagliata e collage, disegni animati.

In apertura, è stato scelto il titolo “Il minatore Bulandra e il diavolo”, che avvicina la regione polacca della Slesia alla Maremma italiana riportando in primo piano la figura familiare del minatore e la riflessione su un’importante realtà scomparsa con la chiusura delle miniere.

In “La balestra” del 1963 comparve, invece, per la prima volta, la coppia del cartone animato più popolare in Polonia: Bolek e Lolek, per 23 anni eroi di 150 cortometraggi, raggruppati in 10 serie, e di alcuni lungometraggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top