Guardie ambientali volontarie, il nucleo diventa operativo: “Tuteleranno il decoro del paese”

Attivata la convenzione fra la Regione Toscana e il Comune di Castiglione della Pescaia per l’istituzione sul territorio comunale del nucleo delle Guardie ambientali volontarie.

«Dal primo di gennaio – spiega Elena Nappi, vicesindaco con delega alle politiche ambientali – le Gav sono presenti sul territorio comunale e hanno il compito di far applicare correttamente le disposizioni in materia di protezione dell’ambiente terrestre, marino, della flora, della fauna e di valorizzazione del patrimonio paesaggistico. In collaborazione con il nostro ispettore ambientale e di concerto con il Comando di Polizia Municipale vigileranno in particolar modo su illeciti amministrativi ricadenti all’interno delle aree naturali protette, quali la Diaccia Botrona, su segnalazione di casi di degrado ambientale, sul decoro del capoluogo e delle quattro frazioni».

«Oltre alla prevenzione delle violazioni alle norme sulla caccia e sulla pesca, alla vigilanza su territori sottoposti a vincolo paesaggistico e su aree naturale protette legate al sistema regionale della biodiversità – aggiunge il vicesindaco –, potranno partecipare a programmi di sensibilizzazione e d’informazione ambientale nelle scuole, concorreranno alla prevenzione dei danni ecologici provenienti da inquinamenti idrici e alla salvaguardia dell’equilibrio ecologico dell’ecosistema».

«L’obiettivo che ci prefiggiamo con questo nuovo servizio – tiene a precisare Elena Nappi è indirizzato soprattutto alla tutela dell’ambiente, che i volontari delle Gav, pubblici ufficiali nell’espletamento delle proprie funzioni, sotto la guida del responsabile, l’ispettore Sandro Pilozzi, fanno in maniera volontaria e gratuita, compiendo un’accurata attività di sensibilizzazione, prevenzione, controllo e dove necessario, repressione di comportamenti scorretti».

«Per l’amministrazione comunale – conclude Nappiquesto è un altro fiore all’occhiello di cui vantarci perché l’azione di volontariato, se ben organizzata e strutturata, come stiamo già facendo con il servizio Vab, porta benefici notevoli a residenti e turisti. Il servizio sarà attivo sul nostro territorio comprendo una superficie di oltre 20.928 ettari. La convenzione firmata ha una durata triennale e si aggiunge alle azioni messe in atto per il miglioramento della cultura ambientale».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top