Pubblicato il: 12 Giugno 2016 alle 18:18

Economia

Nubifragio a Grosseto: due milioni di euro per famiglie e aziende dalla Banca della Maremma

La Banca della Maremma – Credito Cooperativo di Grosseto è come sempre attenta agli eventi che si verificano nel proprio territorio.

“Vogliamo intervenire a seguito dei gravi danni causati dal nubifragio che giovedì 9 giugno ha colpito in particolare la città di Grosseto – affermano dalla Banca della Maremma – . I danni, di cui al momento non è ancora possibile quantificarne l’entità precisa, riguardano indistintamente abitazioni private, mezzi di trasporto, attività artigiane e commerciali.

Abbiamo pertanto deciso di stanziare un plafond iniziale di 2.000.000 di euro da destinare sia alle attività economiche che alle famiglie. Tutte le nostre filiali sono già disponibili a raccogliere le richieste di finanziamento”.

I fondi potranno essere erogati, come primo intervento, in varie forme tecniche, al fine di personalizzare il prodotto a seconda delle necessità del richiedente.

Per quanto riguarda le imprese – sia in forma individuale che societaria – con sede operativa o unità locale nelle zone colpite dal nubifragio e appartenenti a tutti i settori di attività, sono stati resi disponibili i seguenti prodotti finalizzati alla ristrutturazione/ricostruzione di immobili, ripristino di impianti, macchinari e attrezzature danneggiati, il ripristino di scorte e materiali andati perduti, al pagamento di contribuiti e imposte in scadenza:

  1. mutui chirografi della durata di due anni con unico rimborso alla scadenza;
  2. fidi di conto corrente con durata di due anni.

L’importo finanziabile sarà pari al 75% del danno subito con un massimo di 50.000 euro e un tasso di interesse fisso dello 0,25% per i soci e dello 0,75% per i clienti con esenzione delle commissioni di affidamento e di istruttoria.

Casi di particolari gravità saranno oggetto di singole valutazioni.

E’ stata anche prevista una moratoria delle rate di mutui o prestiti in scadenza nei prossimi 12 mesi da concedere a quelle aziende già clienti della Banca per le quali non è pregiudicata la continuità aziendale.

Alle scadenze stabilite, qualora l’esposizione non venga ripianata dal debitore con risorse proprie e/o con fondi stanziati in relazione al riconoscimento di calamità naturale, permane la volontà di continuare a sostenere le aziende mediante la concessione di finanziamenti di medio/lungo periodo.

Operazioni queste, che coerentemente alla natura mutualistica della Banca della Maremma, si prefiggono l’obiettivo di creare una sorta di finanziamento ponte in attesa dell’eventuale riconoscimento da parte della Regione Toscana e/o dagli Enti preposti dello stato di calamità naturale e di un conseguente intervento di natura finanziaria.

Per sostenere le famiglie, saranno messi a disposizione finanziamenti finalizzati alle prime necessità (acquisto auto, mobilio, primi interventi di edilizia, spese per fronteggiare le prime necessità, ecc.) alle seguenti condizioni:

  1. tasso di interesse fisso dello 0,25%per i soci e dello 0,75% per i clienti con esenzione delle commissioni di affidamento e di istruttoria, per i primi due anni di preammortamento, per i successivi anni e fino alla scadenza, tasso di interesse fisso del 2,75% per i soci e del 3,50% per i clienti;
  2. importo finanziabile fino ad un massimo di 15.000 euro.

Anche in questo caso, situazioni di particolari gravità saranno oggetto di singole valutazioni.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su