Home Follonica Follonica: torna l’ordinanza contro gli oggetti lasciati sulle spiagge

Follonica: torna l’ordinanza contro gli oggetti lasciati sulle spiagge

di Redazione
0 commento 4 views

A seguito dell’Ordinanza dirigenziale 188/2014 emessa dal Comune di Follonica, con la quale si ordinava al personale della Polizia Municipale, in collaborazione con il personale dell’ufficio LL.PP., di procedere alla rimozione coattiva di tutto il materiale balneare (sdraio, ombrelloni ecc.) ed attrezzature di qualunque genere (es. rimorchi, banchetti ecc.) lasciati in deposito incustodito ed incontrollato nelle aree demaniali e nelle aree prospicienti e limitrofe, tra qualche giorno ricomincerà la rimozione degli oggetti.

Il bilancio

Con gli interventi dello scorso anno, effettuati a settembre soprattutto nelle zone prospicienti la ex colonia “Pierazzi”, erano state rimosse sdraio, sedie, ombrelloni legati ad alberi e staccionate.  Quest’anno, l’intervento di pulizia scatterà subito, ad inizio stagione, e il materiale sarà portato in un’area di deposito presso i cantieri comunali: lì starà in custodia finchè i proprietari non verranno a richiedere gli oggetti, previo pagamento della sanzione pecuniaria prevista.

In caso di non ritiro, gli oggetti saranno oggetto di distruzione o devoluzione gratuita in favore di strutture sociali o assistenziali.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy