Home Notizie dagli Enti Accordo Bredamenarinibus-Rama: il trasporto pubblico diventa ecosostenibile

Accordo Bredamenarinibus-Rama: il trasporto pubblico diventa ecosostenibile

di Roberto Lottini
0 commento 3 views

BredaMenarinibus, storica azienda bolognese del gruppo Finmeccanica, leader nella progettazione, produzione e commercializzazione di autobus, filobus e minibus elettrici, diventa partner della neo-società grossetana Rama E-life, per sviluppare insieme il progetto E-life.

E-life è un grande progetto industriale ecosostenibile, che prevede, nella fase di start up, la produzione, promozione e commercializzazione – in Italia e in Europa – di autobus elettrici nel segmento dei 12 metri. Una novità assoluta nel mercato continentale, dove sono presenti minibus a motore elettrico di 7 metri, ma non autobus di queste dimensioni.

L’accordo di cooperazione tra le due società è stato sottoscritto questa mattina, a Grosseto, nel Palazzo della Provincia, nel corso di uno degli appuntamenti istituzionali previsti per il lancio nazionale del progetto E-life. A siglare il documento sono stati Giovanni Pontecorvo, presidente di BredaMenarinibus, e Marco Simiani, presidente di Rama E-life.

L’azienda grossetana, tra l’altro, ha ottenuto l’esclusiva per 8 anni nella promozione e commercializzazione dell’autobus in Italia e in Europa, attraverso un contratto con le aziende cinesi che hanno realizzato il prototipo: la Ruihua New Energy Auto di Shangai e la Alfabus co. di Jiangsu. L’apporto di BredaMenarinibus al progetto sarà fondamentale in termini di know-how per lo studio e l’implementazione delle prestazioni e della funzionalità dei veicoli elettrici, ma anche per lo sviluppo della rete commerciale.

Il commento di Giovanni Pontecorvo, Presidente di BredaMenarinibus: “BredaMenarinibus è lieta di partecipare al progetto E-Life affiancando Rama nella ricerca di soluzioni innovative in grado di soddisfare le più esigenti richieste degli operatori di trasporto pubblico locale.
Contribuire allo sviluppo di questo nuovo autobus elettrico ci permette di mettere a fattor comune l’esperienza maturata in tanti anni di lavoro sulle trazioni elettriche già implementate sui nostri minibus elettrici, autobus ibridi e filobus. Siamo sempre stati convinti che solo attraverso uno stretto rapporto di collaborazione tra operatori di TPL e costruttori di autobus si possono sviluppare veicoli sempre più rispondenti alle esigenze del servizio e tali da rendere il trasporto pubblico più attrattivo e competitivo nei confronti della mobilità privata
.”

L’autobus E-life è un concentrato di tecnologia e comodità a impatto zero, con caratteristiche tecniche eccezionali: ha un’autonomia di oltre 200 chilometri, che è la percorrenza media giornaliera di un urbano, una velocità che supera gli 80 chilometri orari e batterie al litio fosfato con circa 2mila cicli di ricarica. Considerando che l’utilizzo di un mezzo urbano è in media di 300 giorni, le batterie sono garantite per 6-7 anni. E non è tutto: si tratta di un autobus fortemente concorrenziale con il trasporto tradizionale, perché in grado di abbattere i costi di gestione, con un significativo valore aggiunto per l’ambiente e la lotta alle emissioni che alterano il clima. Ma il progetto E-life non si esaurisce negli autobus elettrici e intende sviluppare l’intera filiera del trasporto elettrico, progettando il sistema infrastrutturale della mobilità, con stazioni multiutenza per la ricarica delle batterie di tutti i mezzi elettrici, comprese le automobili, le biciclette e i motorini, proponendo un nuovo modello di trasporto a impatto zero, al pubblico e al privato.

“L’accordo con BredaMenarinibus – commenta Marco Simiani, presidente di Rama E-life – è per noi un passaggio fondamentale per il lancio di questo progetto che ha un potenziale commerciale enorme, oltre che una grande valenza ambientale e sociale. La società Rama E-life è nata a luglio ed è interamente composta dai soci di Rama, ovvero Provincia di Grosseto, i Comuni del territorio provinciale, Banca della Maremma e Banca Etruria. Il prossimo obiettivo è quello di avviare un processo di trasformazione societaria per aprirci a soci esterni che rappresentino un valore aggiunto dal punto di vista della ricerca e commerciale”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy