Home Castiglione della Pescaia Partita a Castiglione la campagna “Ma il mare non vale una cicca?”

Partita a Castiglione la campagna “Ma il mare non vale una cicca?”

di Roberto Lottini
0 commento 0 views

E’ scattata ieri la campagna nazionale “Ma il mare non vale una cicca?”, organizzata dall’associazione “Marevivo” contro l’abbandono dei mozziconi di sigaretta sulle spiagge. L’iniziativa è stata immediatamente adottata dal Comune di Castiglione della Pescaia, in collaborazione con JTI (Japan Tobacco International) e con il supporto del SIB (Sindacato Italiano Balneari), oltre al patrocinio del Ministero dell’Ambiente e del Corpo delle Capitanerie di Porto.

Dopo il successo delle prime edizioni nazionali, – nel 2009, 40.000 posacenere distribuiti su 100 spiagge; nel 2010, 80.000 posacenere distribuiti su 250 spiagge; nel 2011, 100 mila posacenere distribuiti in oltre 300 spiagge italiane, dal Friuli alla Puglia, dalla Sicilia alla Liguria – nel corso di questa stagione “Marevivo” offrirà oltre 100.000 posacenere tascabili, lavabili e riutilizzabili, accompagnati da un opuscolo informativo.

La campagna, in programma sabato 4 e domenica 5 agosto, ha l’obiettivo di contrastare l’abitudine di disperdere nell’ambiente i mozziconi di sigarette e di sollecitare comportamenti ecosostenibili. Per l’occasione, nella splendida cornice del villaggio turistico di Riva del sole, il vice sindaco Elena Nappi ha dato il via all’iniziativa, insieme ai rappresentanti degli stabilimenti balneari che hanno aderito al progetto e ad un testimonial d’eccezione: Carlotta Fruttero, figlia delle scrittore Carlo.

“Mi sento la persona più adatta a dare il via a questo progetto, in quanto fumatrice ed assidua frequentatrice delle spiagge castiglionesi. – spiega FrutteroCredo che questa iniziativa non sia solo doverosa poiché non è stata pensata esclusivamente per salvaguardare le nostre spiagge che tutti gli anni ci accolgono con il loro inconfondibile splendore, ma perché rappresenta anche un gesto di grande educazione nei confronti di tutti quei bambini che trascorrono l’estate al mare e che, scavando nella sabbia, dovrebbero trovare solo conchiglie o pezzi di legno portati dal mare e non mozziconi di sigaretta. Io ho sempre con me il mio piccolo posacenere portatile: un sacchetto di carta, pieno di sabbia che non scordo mai di liberare, magari a fine giornata, dalle cicche di sigaretta”.

Dopo l’inaugurazione del progetto è partita la distribuzione di magliette e posacenere sulle spiagge di Riva del Sole, dello Yacht Club di Punta Ala, dell’Hotel Miramare e della scuola di vela “Action Sport”.

“Quattro spiagge che coprono idealmente tutto il territorio castiglionese – dichiara il vice sindaco Nappi -. Una a levante, una a ponente, una nel centro del paese e una nella frazione di Punta Ala. Ringrazio per questo gli stabilimenti che hanno voluto aderire, in quanto l’Amministrazione Comunale crede fortemente in tutte quelle iniziative realizzate per sensibilizzare turisti e residenti. Il mare e le spiagge sono a tutti gli effetti il nostro patrimonio più grande che non intendiamo trascurare. Invito perciò tutti i fumatori a munirsi di uno dei tanti posacenere blu distribuiti fino a domani (oggi ndr) sulle spiagge che hanno accolto l’iniziativa e di considerarlo, fino al termine della stagione, un oggetto indispensabile da portare con se quando si va al mare”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy