Colline del FioraCultura & Spettacoli

“Giorni felici”: Nicoletta Braschi in scena al teatro Salvini

La stagione teatrale del Comune di Pitigliano, firmata Caffeina, prosegue con una grande attrice

La stagione teatrale del Comune di Pitigliano, firmata Caffeina, prosegue con una grande attrice: domenica 19 gennaio, alle 17.30, salirà sul palco del teatro Salvini, Nicoletta Braschi, che interpreta Winnie, nello spettacolo “Giorni felici”, di Samuel Beckett, per la regia di Andrea Renzi.

Winnie, donna assoluta e minimale, parla della sua quotidianità e della sua vita, sepolta fino al torace in un alto cumulo di sabbia, con il marito Willie. E mentre la sabbia ricopre inesorabilmente entrambi, Winnie chiacchiera senza sosta, in un’alternanza insensata di momenti, che sono il cuore della straordinaria esplorazione beckettiana della vita, ai margini della follia.

Da questa triste prospettiva, immobile, sola, Winnie guarda gli eventi della quotidianità scorrere accompagnata dalla sua sporta, una borsa in cui vari oggetti di uso comune sono pronti a saltare fuori, inclusa una rivoltella. Winnie è convinta che i suoi siano, nonostante tutto, dei giorni felici: la situazione che si innesca con il marito porterà lo spettatore a rivedersi ora nell’una, ora nell’altro.

Nicoletta Braschi debutta nel 1980 con lo spettacolo “Tutti al macello” di Salvatore Cardone e prosegue con “Novelle esemplari”. Musa ispiratrice e moglie di Roberto Benigni, lavora con lui ai film “Tu mi turbi” del 1983 e “Daunbailò” (1986) e poi “Il piccolo diavolo” (1988), “Johnny Stecchino” (1991) “Il mostro” (1994), “La vita è bella” (1997); “Pinocchio” (2002) e “La tigre e la neve” (2005).

Ha recitato inoltre nei film “Segreti segreti” con Giuseppe Bertolucci; “Il tè del deserto” con Bernardo Bertolucci; “Pasolini un delitto italiano” con Marco Tullio Giordana; “Sostiene Pereira” con Roberto Faenza e molti altri ancora, fino a vincere un David di Donatello come migliore attrice non protagonista, con il film “Ovosodo” (1997) di Paolo Virzì. Nel 2007 torna a lavorare in teatro con il progetto “Il metodo Gronholm”; prosegue nel 2009 con “Tradimenti”. Nel 2013 è una delle attrici in giuria al Cinèfondation e cortometraggi del Festival di Cannes.

La stagione teatrale di Pitigliano prosegue sabato primo febbraio, alle 21, con lo spettacolo “L’uomo, la bestia e la virtù” di Luigi Pirandello per la regia di Giancarlo Nicoletti.

Sabato 7 marzo, alle 21, “Persone naturali e strafottenti” di Giuseppe Patroni Griffi, con Marisa Laurito, Giovanni Anzaldo, Filippo Gili e Federico Lima Roque, per la regia di Giancarlo Nicoletti.

Ultimo spettacolo domenica 22 marzo, alle 17.30: “Cassandra o del tempo divorato”, drammaturgia a cura di Elisabetta Pozzi con il contributo di Massimo Fini per la regia di Elisabetta Pozzi.

Il costo del biglietto in platea è di 12 euro e in galleria 10 euro.

Per gli over 65 e gli under 25 il costo è ridotto a 10 euro per la platea e 8 euro per la galleria. Per gli under 12, il costo è di 4 euro.

La vendita dei biglietti viene effettuata a teatro il giorno prima dello spettacolo, dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 17.30 e il giorno dello spettacolo alle 20.30.

Informazioni al numero 350.0382685.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button