Pubblicato il: 14 Maggio 2016 alle 11:18

Salute

La Neurologia di Grosseto al centro di un articolo sulla prestigiosa rivista americana “JAMA Neurology”

La rigorosa applicazione del metodo clinico e l’intuito del medico sono alla base della diagnosi precoce di patologie oncologiche, che possono manifestarsi anche con segni e sintomi clinici lontani dalla sede in cui la malattia ha esordio.

È quello che si è verificato all’ospedale di Grosseto, dove l’equipe della Neurologia diretta dal dottor Roberto Marconi ha effettuato una diagnosi di tumore gastrico, in un anziano paziente che aveva manifestato sintomi neurologici, difficilmente riconducibili alla patologia primaria, proprio per la rarità con cui si associano a questo tipo tumore.
La peculiarità della diagnosi e la capacità dell’equipe medica che l’ha prodotta hanno valso la pubblicazione del caso clinico grossetano sulla prestigiosa rivista americana di Neurologia, “JAMA Neurology”, il mensile scientifico pubblicato dall’American Medical Association, che raccoglie e diffonde i contributi più importanti a livello internazionale sulle patologie e sulla ricerca neurologica. Da lunedì 9 maggio, nell’edizione on line, è riportato l’articolo a firma del dottor Roberto Marconi e del dottor Simone Gallerini, neurologi dell’ospedale Misericordia di Grosseto, e del dottor Luca Marsili, del Dipartimento di Neurologia e Psichiatria dell’università La Sapienza di Roma.

“La pubblicazione su JAMA Neurology del caso che abbiamo seguito a Grosseto – ha detto il dottor Roberto Marconi, direttore della Neurologiaci riempie di soddisfazione, sia per il riconoscimento che ci assegna il prestigio della rivista, sia per il valore scientifico del nostro lavoro. E’ la dimostrazione che anche in ospedali piccoli rispetto ai livelli nazionali e internazionali, possono essere raggiunti risultati di grande risalto clinico, laddove si lavora applicando il metodo e seguendo anche il proprio intuito.

Nei pazienti colpiti da cancro – spiega – può verificarsi una sorprendente varietà di sintomi neurologici talvolta prima che la malattia sia diagnosticato. In questi casi, le manifestazioni neurologiche paraneoplastiche coinvolgono potenzialmente qualsiasi parte del sistema nervoso, con una sintomatologia molto varia, pur con alcune caratteristiche comuni.
Purtroppo i tumori responsabili di queste sindromi sono spesso asintomatici, tanto che sono i disturbi di natura neurologica a indurre il paziente a consultare il medico. Ed è a questo punto che l’applicazione rigorosa del metodo clinico e l’intuito del medico diventano determinanti per la corretta diagnosi. Come appunto è avvenuto con il nostro caso pubblicato sulla rivista JAMA Neurology”.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su