Cultura & SpettacoliGrosseto

“Naturalmenteculturale”: ecco il video ufficiale di Grosseto Capitale italiana della cultura 2024

Al cinema Aurelia Antica Multisala la proiezione pubblica del filmato

La giornata dell’audizione di Grosseto con il Ministero della cultura per la candidatura di Capitale italiana della Cultura 2024 si è conclusa al cinema Aurelia Antica Multisala con la proiezione pubblica del video ufficiale di Grosseto 2024, “Naturalmenteculturale“. Un evento aperto a tutti, proprio per condividere con la comunità il momento cruciale di un percorso che ha portato la città tra le 10 finaliste al titolo. E che – in ogni caso – è destinato a proseguire.

Il video è stato realizzato dal Comune di Grosseto su un concept di Alessandro Corina. La regia, il montaggio e le riprese sono a cura di Luca Deravignone e Francesco Rossi; i disegni che compaiono nel filmato sono di Carlo Rispoli, le grafiche sono di Roberta Trotta, le musiche sono di Enea Bardi e Aakash Gandhi, la voce narrante è di Lucio Chiti. Parte del video è stata girata nel “Laboratorio dell’artista – Bottega Nardini”. E il testo è tratto da “Il lavoro culturale” di Luciano Bianciardi. Il video sarà presto disponibile anche sul canale YouTube ufficiale “Grosseto2024”.

«Con “Naturalmenteculturale”, secondo la visione dell’art director Alessandro Corina – dichiara la funzionaria del settore Cultura del Comune di Grosseto, Anna Bonelli, abbiamo voluto rappresentare come la natura del nostro territorio sia parte organica del lavoro e della creatività dei suoi abitanti. I sentieri e i paesaggi coincidono con i percorsi di vita degli esseri umani che vivono quotidianamente la comunità, così come le mani e la volontà di chi lavora con la creatività modellano il profilo di un luogo, spostandone gli equilibri. Naturalmente culturale e culturalmente naturale, appunto».

Alla proiezione pubblica del video al cinema Aurelia Antica Multisala erano presenti anche il sindaco di Grosseto, Antonfrancesco Vivarelli Colonna, e l’assessore alla cultura, Luca Agresti.

Ora l’attesa è tutta per la decisione della commissione incaricata dal Ministero della cultura, che entro il 29 marzo – ma i tempi potrebbero essere molto più brevi – annuncerà il nome della città Capitale italiana della cultura 2024. Grosseto, con l’audizione in mattinata nella chiesa dei Bigi, ha fatto la sua parte. E realizzerà comunque nei prossimi anni quanto inserito nel dossier di candidatura.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button