Colline MetallifereEconomiaFollonica

Pesca, nasce il Flag del Golfo degli Etruschi: Alberto Aloisi presidente

Su un’iniziativa proposta da Coldiretti Impresa Pesca Toscana e dalla Federazione provinciale Coldiretti di Livorno, i Comuni di Follonica, Piombino, Scarlino, Isola di Capraia, le aziende di acquacoltura e i piccoli pescatori di questo territorio, si sono associati per dar vita al Flag del Golfo degli Etruschi.

Il Flag (Fisheries local action group ovvero Gruppo di azione locale nel settore della pesca e acquacoltura) è uno strumento eccezionale, capace di portare benefici alla qualità del prodotto, all’ambiente, al turismo e all’occupazione.

La qualità del pesce, pescato e allevato, nel golfo di Follonica e nel mare davanti a Capraia ne potrà trarre giovamento grazie alla creazione di disciplinari e di un marchio, avviando così un cammino comune per la realizzazione di un percorso della qualità che esalti il territorio di provenienza del prodotto, ne identifichi la salubrità e le buone caratteristiche organolettiche L’ambiente, vista l’opera di monitoraggio prevista dal Flag, sarà sicuramente salvaguardato.

Le azioni di comunicazione e animazione, le iniziative, gli eventi legati al progetto porteranno all’attenzione dei media tutto il territorio che partecipa a questa associazione temporanea d’impresa. I riflessi sul flusso turistico saranno quindi indubbiamente positivi. Anche l’occupazione ne trarrà beneficio, visto che sono previsti finanziamenti alle aziende produttrici, coperti per il 50% dal Flag, da investire in impianti, strutture e attività del Golfo di Follonica e dell’Isola di Capraia.

Abbiamo vinto una scommessa in cui pochi credevano. Oggi per me è un giorno di festa perché finalmente, dopo tanto lavoro, mettiamo in moto un meccanismo associativo che va oltre le barriere dei singoli Comuni e delle singole aziende. Dal Flag Golfo degli Etruschi tutta la nostra costa potrà trarre tanti vantaggi”, afferma Alberto Aloisi, presidente di questo Flag. Oltre alla Coldiretti ed ai Comuni di Follonica, Piombino, Scarlino e Capraia, i protagonisti di questo progetto sono in maggioranza i pescatori e le aziende di allevamento ittico.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button