Pubblicato il: 27 Novembre 2018 alle 15:47

AmiataCultura & Spettacoli

Amiata Musei Aperti: un week end all’insegna della cultura. Ingresso gratuito in alcune strutture

Musei ad ingresso gratuito e visite guidate alla scoperta del suggestivo territorio del Monte Amiata in provincia di Grosseto.

E’ questa la proposta per sabato primo e domenica 2 dicembre per i musei del Sistema Museale Amiata, che a loro volta fanno parte della più ampia rete Musei di Maremma. Una bella occasione per scoprire una parte di Toscana ricca di storia e di natura.

I Musei del Sistema museale Amiata rappresentano un’offerta culturale variegata e molto interessante, dal punto di vista storico e sociologico: dall’arte medievale fino a quella contemporanea, dai musei etnografici a quelli storici, del costume e delle tradizioni del Monte Amiata. Proprio per valorizzare questo ricco patrimonio culturale, l’Unione dei Comuni Montani Amiata Grossetana ha promosso un sistema di bigliettazione integrata che permette l’accesso da un museo all’altro con un biglietto unico.

Ma in via eccezionale, sabato primo e domenica 2 dicembre, in occasione di “Amiata Musei Aperti”, l’accesso sarà libero e gratuito.

Nel dettaglio, il programma delle aperture e delle visite guidate organizzate dai musei. Il Castello Aldobrandesco di Arcidosso effettuerà l’apertura gratuita dalle 10 alle 13 e dalle 14.30 alle 18.30; le Collezioni di Palazzo Nerucci di Castel del Piano apertura e visite guidate gratuite dalle 10 alle 13 e dalle 14.30 alle 18.30; la Casa Museo Monticello Amiata apertura gratuita, dalle 10 alle 13 e dalle 14.30 alle 18.30 con possibilità di visitare, negli stessi orari, anche il santuario della Madonna di Val di Prata e della Sorgente dell’Apparizione.

Ci spostiamo a Castell’Azzara, dove alla Miniera del Cornacchino sono previste visite guidate dalle 9.30 alle 12.30, gruppi di massimo 6 persone, costo 3 euro a persona, necessaria la prenotazione al numero 338.7911311. Ritrovo in piazza Gramsci di Castell’Azzara di fronte al chiosco dell’Acqua Bona, muniti di mezzo proprio per percorrere circa 3 chilometri fino al sito minerario. Sempre a Castell’Azzara visite guidate anche alla Villa Sforzesca dalle 9.30 alle 12.30, costo 3 euro a persona. A Santa Fiora il Museo delle Miniere apre gratuitamente dalle 10 alle 13 e dalle 14.30 alle 18.30, con visite guidate al centro storico e alla Peschiera di Santa Fiora, dalle 10.30, costo 5 euro a persona.

Andiamo a Semproniano, dove il Museo mineralogico sarà aperto dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 18.30. Visita guidata gratuita ed attività didattiche per bambini e famiglie, ogni mezz’ora a dalle 10.00 alle 12.00 al mattino e dalle 15.00 alle 17.30 al pomeriggio. Dal Museo partono due percorsi: il primo artistico-culturale che si snoda tra le vie del borgo con le “Soste degli artisti”, tra cui Brigitte Schneider pittrice, Luana Beconi ceramista, Francesco Milazzo fotografo, Giotto Senzanonno, pittore e scultore, e Rolf von der Heydt fotografo, e le “Soste della Memoria”, olio, vino e legno, dedicate alla cultura materiale contadina. La visita è organizzata ogni mezz’ora dalle 10 alle 13 e dalle 14.30 alle 18.30, al costo di 5 euro a persona. Il secondo percorso è naturalistico e gastronomico e prevede la visita al Nano Park dell’Oliveta Millenaria di Fibbianello e al caseificio la Valle degli Ulivi con degustazione dei prodotti. La visita è organizzata ogni ora dalle 10 alle 13 e dalle 14.30 alle 16, al costo di 5 euro a persona.

Per questo percorso è gradita la prenotazione (anche lo stesso giorno) ai numeri 347.3535346 (Fulvio) o 348.5918616 (Caterina. Per tutte le informazioni: www.museiamiata.it oppure www.museidimaremma.it.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su