Pubblicato il: 20 Febbraio 2020 alle 17:03

Politica

Corridoio tirrenico, i 5 Stelle: “Eliminare pedaggio e mettere in sicurezza Aurelia”

La Camera ha approvato oggi il Decreto legge “Milleproroghe”, che contiene importanti novità anche per il Corridoio tirrenico

La Camera ha approvato oggi il Decreto legge “Milleproroghe”, che contiene importanti novità anche per il Corridoio tirrenico. Il Decreto passerà ora al Senato per l’approvazione definitiva.

Nel corso della discussione alla Camera – spiega Francesco Berti, deputato toscano del Movimento 5 Stelle – ho portato all’attenzione del Governo la questione dell’ingiusto pedaggio di 60 centesimi che i cittadini devono pagare per percorrere i soli 4,5 chilometri di autostrada che separano Rosignano e Cecina“.

“Ho insistito sulla questione – prosegue Bertipresentando un ordine del giorno, accolto con parere favorevole sia dall’Aula che dal Governo, che impegna il Governo stesso a discutere con Sat l’abolizione del pedaggio il cui costo ricade soprattutto sugli abitanti del territorio che percorrono quel breve tratto di strada per ragioni lavorative o familiari. Si tratta di un pedaggio ingiusto chiesto per finanziare i lavori di completamento della Tirrenica da parte di Sat, che però sono fermi e che non partiranno mai, dato che con la legge approvata dalla Camera Sat non si occuperà più di completare il Corridoio tirrenico. Inoltre, aver reso a pagamento il tratto autostradale tra i comuni di Rosignano e Cecina ha causato lo spostamento del traffico sulla vicina variante Aurelia, generando ingorghi e aumentando il rischio di incidenti. Vigilerò per far sì che il Ministero dei trasporti si attivi al più presto per chiedere a Sat l’eliminazione del pedaggio“.

Le novità per il Corridoio tirrenico non finisco qui. Il “Milleproroghe” prevede che la Società Autostrada Tirrenica (Sat), oggi concessionaria della A12 Livorno-Civitavecchia, sarà incaricata di gestire le sole tratte attualmente aperte al traffico, mentre i lavori di completamento della “tirrenica” verranno affidati ad Anas.

La prima concessione a Sat risale a mezzo secolo fa e da allora sono stati presentati progetti che prevedevano di costruire l’autostrada vicino alle già esistenti statale Aurelia e variante Aurelia, oppure espropriando e privatizzando queste importanti infrastrutture e facendo ricadere gli elevati costi del pedaggio sulla popolazione locale. Il progetto di costruzione di una nuova autostrada rischiava inoltre di rovinare per sempre una zona, la Maremma, che rappresenta una delle più importanti ricchezze naturalistiche del nostro territorio. E come se non bastasse la proroga della concessione a Sat, realizzata senza aver indetto una gara, aveva causato al nostro Paese, per ben due volte, l’avvio di una procedura di infrazione da parte della Commissione europea.

“Completare il Corridoio tirrenico – prosegue Berti è una priorità non solo per la nostra regione, ma per l’intero Paese. Si tratta di un’infrastruttura necessaria per permettere ai cittadini toscani di muoversi agevolmente e in sicurezza, ma anche per incentivare il turismo e lo sviluppo economico non solo nella zona costiera, ma in tutta la nostra regione. Lo dobbiamo fare partendo dalle infrastrutture già esistenti e garantendo che le stesse siano finalmente messe in sicurezza. La statale Aurelia, in particolare nel tratto a sud di Grosseto, è oggi una delle strade toscane in cui si verificano il maggior numero di incidenti. Su questa strada tra il 1996 e il 2000, secondo dati della Regione, il numero di incidenti per chilometro era doppio rispetto alla media nazionale“.

“La priorità – conclude Bertiè quella di completare il Corridoio tirrenico, senza costruire opere faraoniche, costose e soprattutto inutili. Lo si può e deve fare realizzando gli urgenti lavori di manutenzione straordinaria e messa in sicurezza della statale Aurelia e della variante Aurelia per permettere così ai cittadini di spostarsi, finalmente, in modo veloce e sicuro“.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su