AttualitàCosta d'argento

Motus scrive al sindaco: “Ripristinare il pulmino per l’ospedale e il cimitero”

“Facendo seguito alle reiterate richieste dei cittadini che ci vengono rivolte, con preghiera di intervenire presso la Pubblica Amministrazione, siamo a richiederle di voler ripristinare il pulmino per l’ospedale ed il cimitero di Orbetello“.

A dichiararlo, in una lettera indirizzata al sindaco di Orbetello, Andrea Casamenti, è Roberto Carini, portavoce dell’associazione Motus.

“Detto pulmino è ad oggi indispensabile, vista l’approssimarsi della stagione invernale – continua la lettera -. Dopo aver subito le difficoltà della calura estiva, gli utenti (specialmente gli anziani) che devono recarsi in ospedale, da Orbetello centro e Neghelli, dovrebbero continuare a subire l’enorme disagio che sarà dovuto alle intemperie del periodo estivo. Con la terminata esigenza delle restrizioni Covid, l’ospedale (per fortuna) ha ripreso appieno tutte le proprie attività ripristinando tutti i servizi ambulatoriali, diagnostici, ecc., a pieno regime, ergo con maggiore affluenza dell’utenza. Il servizio specifico del pulmino (come dalla S.V. promesso ufficialmente e pubblicamente) avrebbe dovuto già aver ripreso le corse giornaliere, ma a tutt’oggi ancora non è in funzione”.

“Il servizio degli autobus di linea in esercizio non è compatibile con le esigenze dell’utenza ospedaliera sia per itinerario che per orari. Ecco perché l’apposito servizio sarebbe utilissimo. Detto servizio potrebbe fare un itinerario diverso e non coperto dai bus di linea, con fermate alla Coop, al cimitero e all’ospedale, percorrendo vie che l’autobus di linea non percorre ed adattando gli orari alle esigenze ospedaliere. Detto servizio poi, in un secondo tempo andrebbe allargato anche agli altri utenti delle frazioni comunali – prosegue la lettera -. Se in estate è stato allestito detto servizio per arrivare alle spiagge, non si capisce il motivo per cui non debba essere attivato per questa esigenza sociale, ormai invocata dai cittadini da diverso tempo. Abbiamo notizia che, con un mero ristoro di carburante, alcune associazioni di volontariato sarebbero disposte a garantire il servizio. L’utenza è disposta a partecipare alle spese, contribuendo alla spesa. Tanta è la necessità sociale che recentemente molti anziani ci hanno chiesto di attivarci per organizzare un gazebo in piazza Eroe dei due Mondi per fare una colletta per compensare questo servizio“.

“Noi riteniamo che un’amministrazione non debba permettere che su questi temi sociali ci sia rilassatezza e un mal inteso (dai cittadini) menefreghismo e quindi auspichiamo che al più presto si voglia riattivare questo servizio sociale mancante – termina il comunicato. Motus resta a disposizione per ogni supporto”.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button