Costa d'argentoNotizie dagli Enti

Orbetello, Paffetti: “Serve nuova governance per la laguna”

E stato un Consiglio comunale molto partecipato quello che si è svolto questa mattina a Orbetello. Tra i punti all’ordine del giorno, la variante dell’argine remoto e la discussione sulla laguna.

Nel Consiglio di oggi – afferma il sindaco Monica Paffetti abbiamo ritenuto opportuno fare chiarezza sulla questione laguna, dato che la sua gestione non veniva portata in Consiglio comunale da vent’anni, essendo stata gestita fino a poco tempo fa da un regime commissariale e come tale qualunque atto, delibera o decisione non veniva presa dall’organismo di governo comunale, bensì dal commissario di Protezione Civile. Pertanto, tutti gli atti, pur essendo pubblici, non sono presenti nel nostro albo pretorio, ma presso gli uffici di Protezione Civile del Consiglio dei ministri. Ritengo che sia importante che i cittadini comincino ad uscire dai meccanismi del commissariamento che ha comportato la delega ad altri della gestione della laguna, causando una sorta di scollamento tra questa e i cittadini. Nel dibattito che si è tenuto, ogni singolo consigliere ha voluto e potuto esprimere il suo parere e, eccezion fatta, per alcuni interventi di natura squisitamente burocratica e demagogica, il dato che è emerso è l’idea di una gestione unitaria del sistema del laguna, essendo tutti d’accordo sull’importanza di questa per il territorio ed essendo tutti d’accordo sulla necessità che il Comune di Orbetello rivesta un ruolo centrale

La mia personale opinione – conclude il sindaco Paffetti è quella di discutere con i cittadini e con tutte le categorie che rivestono un ruolo nell’ambito della laguna, affinché si possa trovare una soluzione di governance che non sia relegata esclusivamente alle stanze dei bottoni e di palazzo e che non sia  legata solo a un meccanismo di conservazione come fin qui fatto, ma anche e soprattutto una governance orientata verso la riqualificazione e lo sviluppo economico. Nuova governance che dovrà necessariamente passare dalla bonifica“.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button