Pubblicato il: 4 Maggio 2020 alle 14:25

Colline del FioraPolitica

Emergenza Coronavirus, la minoranza: “Il Comune riattivi i buoni spesa per famiglie bisognose”

"Da oltre una settimana ci arrivano messaggi e chiamate da parte di cittadini che segnalano malfunzionamenti nell'erogazione dei buoni spesa"

Il gruppo di minoranza Tradizione e Futuro chiede all’amministrazione comunale di Manciano “di riattivare, rendendolo funzionale ed efficiente, il servizio dei buoni spesa erogati con le risorse messe a disposizione dal Governo. Non è accettabile che nel 2020, in una piccola e coesa comunità come la nostra, ci siano dei cittadini in difficoltà ai quali non sta arrivando un immediato sostegno da parte del Comune per reperire i beni di prima necessità“.

“Da oltre una settimana ci arrivano messaggi e chiamate da parte di cittadini che segnalano malfunzionamenti nell’erogazione dei buoni spesa – continua la nota della minoranza -. Ci siamo quindi attivati per sollecitare al sindaco di mettere in atto alcune misure correttive per migliorare il processo, chiedendo un netto cambio di passo. Le risorse statali devono essere distribuite in modo celere ed equo, mettendo tutti nelle stesse condizioni e dando l’assoluta priorità a chi ha più bisogno. In quest’ottica sono necessari controlli e verifiche in modo da assicurare che le risorse vadano a sostegno delle situazioni di reale necessità. L’amministrazione comunale deve quindi far ripartire il servizio, aggiungendo risorse proprie se il motivo dell’interruzione è dipeso dall’aver terminato la disponibilità del contributo statale”.

“Chiediamo inoltre che venga istituita una cabina di regia nel Comune di Manciano, in grado di assistere, coordinare e sostene il mondo del volontariato che sta lavorando per contrastare la povertà – prosegue il comunicato -. Ad ogni cittadino vanno offerte uguali possibilità di accesso ai servizi, creando un ufficio relazioni al pubblico per accogliere tutte le istanze. È necessario attivare un numero verde comunale con una fascia oraria di risposta ampia per facilitare le comunicazioni e vanno rafforzati con un’ordine di servizio i settori del Comune maggiormente coinvolti nell’attività di front office. Il servizio di erogazione dei buoni spesa deve essere svolto esclusivamente dai dipendenti comunali, istituendo anche un ufficio mobile itinerante nelle frazioni, in modo da assicurare una capillare informazione e distribuzione. Questo momento emergenziale deve servire per creare una mappatura ed un database delle reali situazioni di difficoltà nel nostro territorio comunale, considerando che purtroppo anche nei prossimi mesi ci sarà bisogno di un sistema di assistenza strutturato ed efficace“.

“Oltre ad un miglioramento della gestione dei buoni, chiediamo che l’amministrazione si concentri sulla fase due lavorando per investire celermente a vantaggio di imprese e cittadini gli oltre 600mila euro di avanzo d’amministrazione a disposizione. In questi momenti la rapidità di esecuzione è cruciale, così come lo è l’elaborazione di una manovra organica a favore della comunità, da redigere anche con la collaborazione del gruppo di minoranza, in quanto non si può avere la presunzione di fare tutto da soli a colpi di maggioranza – termina la nota -. C’è bisogno di lavorare e di produrre atti concreti, non chiacchiere“.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su