Pubblicato il: 22 Maggio 2019 alle 17:24

AgricolturaAmiata

Monticello Amiata: torna l’appuntamento con il mercato di Genuino Amiatino

Domenica 26 maggio, quarta domenica del mese, come di consueto i produttori e gli artigiani di Genuino Amiatino saranno presenti, dalle 9 alle 13, ai giardinetti di Monticello Amiata per il mercato mensile.

Come di consueto il mercato parlerà di un tema, che questo mese sarà “Transumanza e stanzialità, pastori e contadini: uno stile di vita“.

Durante la giornata, quindi, ci saranno mostre ed installazioni e, a partire dalle 10.30, il laboratorio “Per fare il cacio ci vuole un fiore”, dimostrazione della produzione del pecorino artigianale per adulti e bambini e letture di poesie dalla raccolta “Odori della mi’ terra” di Sinibaldo Ruffaldi, alla presenza dell’autore.

Il laboratorio

“La dimostrazione prende avvio dal latte, che tutti i partecipanti possono vedere nella caldaia: latte appena munto, latte crudo, latte che è prodotto in una particolare stagione, che riflette i profumi e i sapori del pascolo e che potrà essere assaggiato da chi lo desidererà – dichiara in una nota Genuino Amiatino. Una cosa importante che segnaleremo sarà la temperatura, che è la stessa del nostro corpo, sui 36 gradi: tutta la lavorazione avviene tra i 36 e i 41 gradi. Questo ci induce a riflettere che si tratta di qualcosa di vivo, proprio come noi, il latte ha il nostro stesso calore. E’ il momento di aggiungere il caglio: ecco che avviene la magia, infatti con l’aiuto di un fiore selvatico, il cardo, il latte cambierà stato e da liquido diventerà solido. Occorreranno circa 10 minuti, durante il quale il latte verrà coperto, per poi mostrare la magia. Approfitteremo per parlare del caglio: vegetale o animale e la sua storia con un cenno agli Etruschi. Spiegheremo la meraviglia del formaggio e dei processi di fermentazione in generale: partendo dallo stesso ingrediente, grazie ad alcune variabili possiamo avere un’infinità di prodotti“.

A proposito di questo citeremo da ‘L’isola del tesoro’ dell’episodio di Ben Gun – prosegue il comunicato. Si fa il ravaggiolo, si copre con le felci. Rottura della cagliata e assaggio del pugnolo. Si fa il formaggio e, nel frattempo, dopo aver recuperato tutto il siero, si fa la ‘vera ricotta’. Confronto tra la ricotta industriale e quella artigianale. La lettura di poesie dalla raccolta ‘Odori della mi’ terra’ di Sinibaldo Ruffaldi comprende tutti i passaggi, i valori e la magia di questo rito, che si tramanda da generazioni e generazioni di pastori. Parleremo della transumanza e del tema del pastore come ‘nomade’. A questo punto, si potranno sviluppare delle discussioni sulle varie problematiche inerenti al tema, tenendo sempre presente che fare il pastore o il contadino non è un lavoro, ma uno stile di vita“.

Dopo il mercato pranzo collettivo. In caso di pioggia, il mercato si svolgerà al coperto, nei locali di Genuino Amiatino

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su