AttualitàGrosseto

Grosseto: ecco il mercatino dell’usato del Polo Bianciardi. Il ricavato andrà a “Il Girasole”

Sabato 5 dicembre, in piazza De Maria a Grosseto, avrà luogo il primo mercatino dell’usato organizzato dal Polo di istruzione superiore “Luciano Bianciardi”.

Il progetto nasce dalla collaborazione con il gruppo Facebook “Mercatino Usato Grosseto”, all’insegna di una politica che, da anni, caratterizza il Polo Bianciardi e che ambisce ad istituire connessioni e partnership tra l’istituzione scolastica e le diverse realtà del territorio, con uno sguardo particolare al mondo della tecnologia. In questo caso, il Polo Bianciardi si è confrontato con i social network, sempre più centrali nelle dinamiche formative ed informative delle più giovani generazioni.

L’evento sarà gestito dal professor Michele Ranieri e coinvolgerà gli studenti dei vari indirizzi del Polo: Tecnico grafica & comunicazione, Professionale servizi commerciali indirizzo amministrativo, Liceo artistico e Liceo musicale.

Partendo dal tema del riciclaggio e della salvaguardia dell’ambiente – questioni sempre più importanti nella nostra società e, soprattutto, sempre più attuali nelle coscienze dei giovani – si cercherà di focalizzare l’attenzione sulla necessità di ricorrere a strategie di riutilizzo degli oggetti, evitando gli sprechi ed un consumo irresponsabile che impoverisce le risorse naturali e degrada gli ecosistemi.

Il mercatino ideato dal Polo Bianciardi offrirà, a tutti i cittadini che vorranno partecipare all’evento, l’opportunità di vendere tutti quegli oggetti che ormai non vengono più usati, ma che magari – in una logica di solidarietà – potrebbero servire ad altri cittadini. Del resto, l’intero ricavato del mercatino confluirà in una raccolta fondi in favore del centro diurno per disabili “Il girasole” di Grosseto.

L’iniziativa del 5 dicembre conferma la volontà del Polo Bianciardi di concepire e realizzare una didattica che non si esaurisca nell’apprendimento passivo di nozioni e saperi, ma che si traduca in azioni formative capaci di sviluppare pienamente le competenze degli studenti, anche attraverso il contatto col mondo del lavoro.

Infatti, sotto la supervisione del professor Ranieri, sono stati proprio gli alunni ad occuparsi dell’intera organizzazione e gestione dell’evento: hanno contattato gli uffici pubblici per richiedere i permessi necessari; hanno progettato la disposizione delle varie postazioni di lavoro, studiando la planimetria di piazza De Maria; hanno realizzato gli striscioni ed i banner grafici che accompagneranno l’evento; hanno progettato il gazebo che ospiterà l’Info point del Polo Bianciardi: infatti, nell’occasione il Polo distribuirà, a tutti i cittadini presenti, del materiale informativo sulle varie e numerose attività della scuola (verrà anche presentato il nuovo indirizzo “Moda: produzioni tessili-sartoriale dell’ordinamento professionale”, i cui corsi inizieranno a partire da settembre 2016).

Così, il Bianciardi si conferma una scuola che, pur nella fatica dovuta alla complessa congiuntura economico-sociale, non rinuncia al proprio compito educativo, ma dove la collaborazione tra insegnanti e studenti è centrale e fondante, nella convinzione che non esista né cultura né sviluppo della persona senza condivisione e compartecipazione.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button