Economia

Cgil, la nuova segreteria si tinge di rosa: tutti i membri, tre su cinque sono donne

"Non è un'operazione di facciata ma di rinnovamento reale"

Si è insediata questa mattina la nuova segreteria della Camera del lavoro. A votare i quattro componenti del vertice della Cgil maremmana l’assemblea generale, che ha espresso 69 voti a favore (un astenuto e un contrario) alle proposte avanzate dal segretario generale Andrea Ferretti.

Accanto ai confermati Eleonora Bucci, Olinto Bartalucci e Anna Maria Giurelli, (già nella segreteria Renzetti) è entrata nella squadra un’altra donna: Monica Pagni, che rientra a Grosseto dopo sei anni durante i quali ha avuto l’importante delega all’organizzazione nella segreteria confederale della Cgil della Toscana.

«Con l’insediamento della segreteria – sottolinea il segretario Andrea Ferretti la Camera del lavoro è pienamente operativa e la prossima settimana affiderò le deleghe. Al di là di questo, ciò che ritengo significativo è che questa costituisce una segreteria a maggioranza femminile. Un fatto che non è né strumentale né casuale, ma figlio della capacità della Cgil di interpretare l’evoluzione nel mondo del lavoro. I criteri che ho utilizzato sono stati essenzialmente due: la competenza, che caratterizza sia chi già era operativo nel precedente esecutivo, sia la compagna Monica Pagni, che porta un bagaglio significativo di esperienza e relazioni, dopo sei anni a Firenze in un ruolo di peso della segreteria regionale. L’altro criterio è stato quello di innovare assecondando una tendenza oramai evidente nella Cgil maremmana: ovverosia la crescita progressiva e continua della componente femminile. Su poco più di 30.000 iscritti certificati, le donne sono oramai 14.500. Ed era giusto riconoscere il loro protagonismo, nel rispetto delle politiche di genere che come sindacato ci siamo dati.

Ora c’è da rimboccarsi le maniche perché questo territorio è in debito d’ossigeno in molti settori e comparti economici, nel quadro di un’instabilità politica nazionale incomprensibile che ci saremmo volentieri risparmiati. Sin dalle prossime settimane dovremo maturare nuove importanti posizioni per il futuro del nostro territorio, in ambiti come le politiche industriali, la gestione del piano dei rifiuti, i servizi socio sanitari. Sarà determinante avere un Governo attento ai nostri temi e pronto nelle decisioni, perché Next generation Eu, Piano nazionale di resilienza e rilancio e Legge di bilancio avranno effetti concreti anche nella nostra provincia».

I membri

Monica Pagni, classe 1962, tecnico di laboratorio della Asl Toscana Sud Est, iscritta dal 1988, dal 2004 coordinatrice Rsu ex asl 9 – Grosseto, dal 2006 componente di segreteria della Funzione pubblica di Grosseto con delega al socio-sanitario, dal 2008 segretaria generale della Funzione pubblica di Grosseto, dal 2014 ad oggi componente della segreteria regionale confederale con delega all’organizzazione.

Anna Maria Giurelli, classe 1965, laurea in scienze geologiche all’Università di Siena, borse di studio e contratti presso lo stesso ateneo, negli anni ’90 attività di didattica ambientale in collaborazione con il Parco della Maremma. Insegnante dal 2001, conseguimento della specializzazione Ssis e ruolo nel 2007. Iscritta Cgil dal 2001 – da subito membro del direttivo dell’allora Cgil Scuola Grosseto – in seguito nella segreteria Flc e direttivo regionale Flc – dopo il 1° congresso della Flc, nel 2006, nel direttivo nazionale – segretaria provinciale Flc dal 2016 al 2018 – segreteria provinciale Cdl dal 2019.

Eleonora Bucci, classe 1977, laurea in Scienze politiche ad indirizzo politico Economico all’Università degli Studi di Siena, nel 2003 incarico di collaborazione seguito poi da stabilizzazione presso il Gal Far Maremma a tutt’oggi, con il ruolo di referente per lo sviluppo rurale nella gestione delle politiche di sviluppo rurale e territoriale nell’ambito delle I.C Leader. Dal 2017 funzionaria della Filcams Cgil di Grosseto per i settori del terziario. Dal 2018 componente della segreteria confederale della Cgil di Grosseto con delega alle Pari opportunità e Mercato del Lavoro, dal 2019 componente della segreteria provinciale della Filcams Cgil di Grosseto.

Olinto Bartalucci, classe 1949, già dipendente pubblico, pensionato dal 2009; sindaco di Roccastrada dal 1995 al 1999; comandato all’Asl 9 con funzioni di segretario della Conferenza dei Sindaci dal luglio 1999 al marzo 2009; segretario della Lega Spi Cgil di Roccastrada dal 2011 al 2016; dal 2016 incarico di responsabile sanità presso la segreteria provinciale dello Spi-Cgil; dalla metà del 2018 componente della segreteria confederale con delega alle materie socio sanitarie e coordinatore del dipartimento socio sanitario della CdLT di Grosseto.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button