Pubblicato il: 24 Febbraio 2018 alle 22:11

GrossetoIn evidenzaPolitica

Verso le Politiche, Renzi a Grosseto: “I candidati maremmani vinceranno tutti”

Saremo il primo partito del Paese, anche perchè siamo l’unica forza in campo in grado di parlare di temi concreti coniugando i valori“.

Con queste parole, Matteo Renzi ha infiammato un palazzetto dello sport gremito in occasione della sua tappa a Grosseto in vista della tornata elettorale di domenica 4 marzo.

Affiancato dai quattro candidati nei collegi maremmani di Camera e Senato, Silvia Velo, Antonella Goretti, Leonardo Marras e Luca Sani, Renzi ha parlato a ruota libera per circa un’ora, affrontando i temi del suo precedente Governo e i punti del programma del Pd. Un vero e proprio show, in cui le parole si sono alternate ad alcuni filmati proiettati su un maxischermo.

Il segretario del Partito democratico è partito attaccando i suoi avversari: “Berlusconi è tornato indietro di 17 anni, quando firmò il primo contratto con gli italiani – ha dichiarato Renzi -. Da quel momento in poi, ha promesso puntualmente di tagliare le tasse, ma non lo ha mai fatto. Noi, invece, abbatteremo la pressione fiscale una volta tornati al Governo. Non si può sostenere che il futuro dell’Italia passa attraverso sussidi e il reddito di cittadinanza, se poi non si sanno creare posti di lavoro come hanno fatto gli ultimi Governi di centrosinistra”.

La campagna elettorale va fatta sui contenuti ed il nostro programma si basa su numerosi punti – ha continuato il segretario del Pd -. In questi anni, Silvia Velo ha lavorato molto bene sull’ambiente, mentre Sani ha svolto un ottimo lavoro occupandosi di agricoltura. Abbiamo introdotto leggi contro i reati ambientali, sulle unioni civili, sul contrasto al caporalato e sull’autismo”.

Quindi, Renzi si è rivolto direttamente al pubblico, chiedendo quali problematiche sarebbero dovute entrare nel programma del Pd.  Alcuni dei presenti hanno risposto che le questioni più importanti sono quelle relative alla scuola, alla tutela delle partite Iva, ai vaccini, alla sicurezza, ai ragazzi costretti ad emigrare all’estero perchè non c’è lavoro.

Si tratta di punti che son ben delineati nel nostro programma – ha risposto Renzi -. Dopo anni, il nostro Governo ha sbloccato il contratto delle forze dell’ordine, anche se per rafforzare la sicurezza c’è bisogno di più uomini per presidiare il territorio. A questo proposito, abbiamo già in cantiere l’obiettivo di assumere diecimila persone. Le nostre forze dell’ordine sono di prim’ordine: basti pensare che in Italia abbiamo organizzato una riunione del G7 e l’Expo a Milano e non si è mai verificato un incidente. Mi vien da ridere quando sento che la Lega promette sicurezza, ma intanto quando era al Governo ha fatto tagli tra le forze dell’ordine. Inoltre, chi picchia un poliziotto come è accaduto a Piacenza è un criminale e non merita di stare a sinistra“.

Per le partite Iva abbiamo iniziato un percorso con il precedente Governo – ha spiegato Renzi, ma c’è ancora molto da fare. Vogliamo estendere alle partite Iva i diritti dei lavoratori dipendenti e abbatteremo la tassa sulla partita Iva. Il turismo e l’agroalimentare sono altre nostre due priorità. Faremo sì che i nostri prodotti siano venduti all’estero senza farci fregare. Inoltre, sono molto fiducioso che l’operazione sulle acciaierie di Piombino avrà un esito positivo. Sulla scuola abbiamo investito 10 miliardi, abbiamo creato l’alternanza scuola-lavoro e abbiamo dato lavoro a moltissimi insegnanti. In futuro, investiremo di più sull’edilizia scolastica e per evitare la nascita di classi pollaio. Sui vaccini siamo assolutamente favorevoli, senza se e senza ma“.

Abbiamo preso le redini di un Paese in ginocchio e lo abbiamo fatto uscire dalla crisi – ha sottolineato il segretario del Pd -. Se al referendum avesse vinto il ‘Sì’, il 5 marzo avremmo avuto un vincitore certo delle elezioni e solamente una Camera. In ogni caso, vogliamo stare al centro dell’Europa, basti pensare che Milano dopo l’Expo è diventata più forte“.

Renzi poi ha lanciato altre stoccate agli avversari: “Il Movimento 5 Stelle ha un odio ad personam, ma i veri impresentabili solo loro, a cominciare da Di Maio – ha sottolineato il segretario del Pd -. Berlusconi parla di flat tax, ma non ha capito che è anticostituzionale e non ci sono le risorse per attuarla. Vorrei sfidare in tv gli altri candidati, ma non hanno coraggio di confrontarsi con me. Infine, il Governo Berlusconi ha fatto schizzare lo spread a livelli storici“.

Infine, Renzi ha rivolto una parola ai candidati maremmani alle prossime elezioni politiche: “Le loro sfide nei collegi si risolveranno per un pungo di voti – ha concluso il segretario del Pd -. Proprio per questo, bisogna fare uno sforzo in quest’ultima settimana di campagna elettorale, anche se sono sicuro che vinceranno“.

Al termine dell’incontro, Renzi ha chiesto ai quattro candidati di spiegare sinteticamente le loro priorità.

Mi batterò per risolvere la questione di Piombino – ha dichiarato Silvia Veloe per sostenere l’economia del mare“.

Mi impegnerò affinchè siano garantiti gli 80 euro al mese per tutti i figli fino a 18 anni – ha spiegato Antonella Gorettie per equiparare gli stipendi delle donne a quelli degli uomini“.

Veniamo da un momento delicato per il nostro partito – ha spiegato Marrase vedere tutta questa gente nel palazzetto ci incoraggia molto. La mia priorità sarà quella di tutelare i piccoli Comuni“.

Continuerò a difendere l’agricoltura – ha aggiunto Luca Sanie ringrazio il Ministro Martina perchè, attraverso il suo lavoro, abbiamo tutelato le eccellenze maremmane ed italiane“.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su