FollonicaPolitica

“Uffizi diffusi”, Di Giacinto: “Opportunità per la città, Comune si candidi per il progetto”

"Mi sembra un’occasione d’oro per Follonica, che possiede adeguati spazi dove poter esporre le opere"

Il direttore delle Gallerie degli Uffizi di Firenze Eike Dieter Schmidt ha ideato e lanciato il progetto “Uffizi diffusi”, sostenuto dalla Regione Toscana. Il progetto, nelle intenzioni del direttore, partirà entro i prossimi tre mesi e prevede l’individuazione di un centinaio di sedi in Toscana con l’obbiettivo di portare la Galleria fuori dalle mura fiorentine al fine di far ammirare per un determinato periodo di tempo, negli spazi espositivi di tutta la regione, le migliaia di opere di gran pregio, quadri, ma non solo, recuperandole dai depositi dove attualmente si trovano.

“Mi sembra un’occasione d’oro per Follonica, che possiede adeguati spazi dove poter esporre le opere del progetto ‘Uffizi diffusi’: uno per tutti la Pinacoteca civica in piazza del Popolo, già dotata di moderni sistemi di sicurezza che certamente saranno richiesti – dichiara Massimo Di Giacinto, capogruppo dell’omonima lista civica nel consiglio comunale di Follonica –. E poi entrare nella rete ‘Uffizi diffusi’ offre la possibilità di far ammirare e gustare opere d’arte che adesso non può ammirare e gustare nessuno e inoltre non crea nessun problema il fatto che altri Comuni della nostra provincia, Massa Marittima e Grosseto, hanno avviato l’iter con le gallerie degli Uffizi di Firenze candidandosi a partecipare al progetto. Infatti, fonti qualificate e attendibili, assicurano che ci sono buone possibilità per altre tre località della provincia di Grosseto (zona nord, zona sud e Amiata) di entrare a far parte della squadra ‘Uffizi diffusi’ creando una vera e propria ‘rete locale’ con tour organizzati tra le varie sedi”.

“E non sarebbero pochi i vantaggi per la nostra città, sia dal punto di vista culturale che economico: partecipare rappresenterebbe un salto di qualità non indifferente nell’offerta culturale follonichese, sia per i cittadini che per gli ospiti, e poi permetterebbe la tanto auspicata, quanto irrealizzata, destagionalizzazione turistica con il cosiddetto ‘turismo culturale’. Insomma, un’opportunità da non farsi scappare che, con poca spesa, porta grandi vantaggi. Per tutti questi motivi ho presentato un’interpellanza al sindaco per sapere se contatterà urgentemente i funzionari delle gallerie degli Uffizi di Firenze che si occupano dell’argomento per procedere, quanto prima, a proporre Follonica come una delle sedi del progetto ‘Uffizi diffusi’ – termina Di Giacinto -. Spero che, se non l’ha già fatto, ma non mi risulta, lo faccia al più presto perché è un’occasione più unica che rara e sarebbe incomprensibile non approfittarne”.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button