FollonicaPolitica

Di Giacinto: “Eliminare tralicci alta tensione e interrare le linee elettriche per evitare disagi”

"Follonica è attraversata interamente da linee aeree sorrette da tralicci che sono fonti di inquinamento elettromagnetico

Quando si parla di ‘smart city’ il pensiero è quasi sempre rivolto alla mobilità, all’illuminazione pubblica, ai sistemi di comunicazione e informazione, alla digitalizzazione dei servizi di pubblica utilità ed altro ancora, ma, pochi, si occupano del fatto che in una città, rispettosa dell’ambiente e della salute dei propri cittadini, sia opportuno far di tutto per eliminare le grandi linee aree di trasporto dell’energia elettrica che l’attraversano”.

A dichiararlo, in un comunicato, sono i partiti e i movimenti che sostengono la candidatura a sindaco di Follonica di Massimo Di Giacinto: Lega, lista civica Di Giacinto, Fratelli d’Italia, Forza Italia, In movimento per Follonica, Follonica nel cuore.

“Follonica è attraversata interamente da linee aeree sorrette da tralicci che sono fonti di inquinamento elettromagnetico e che devono essere interrate per eliminare danni e disagi – continua la nota -. La scienza non ha ancora espresso un parere univoco sui rischi derivanti dalla presenza delle linee aeree di trasporto dell’elettricità, ma stanno aumentando gli studi che confermano il rischio per la salute umana a causa dell’elettrosmog. E’ giusto e doveroso, allora, porsi l’obiettivo di abbattere, per mezzo dell’interramento delle linee elettriche di trasporto, i tanti tralicci che da San Luigi-Corti Nuove fino alla 167 Ovest, così come in molti altri quartieri, attraversano la città. Oltre ai benefici per la salute dei follonichesi ne deriverebbero sostanziali vantaggi urbanistici poiché, in presenza dei tralicci, ci sono delle ferree distanze di sicurezza da rispettare, che spesso impediscono opere utili per la comunità cittadina, senza poi sottovalutare il problema del cosiddetto ‘impatto visivo‘”.

“Nel corso della prossima consiliatura, dopo la vittoria al ballottaggio, accanto alla lotta contro l’inceneritore ed alle politiche per una mobilità sostenibile dall’ambiente – termina il comunicato, ci impegneremo al massimo per far abbattere da Terna, e da tutti gli altri proprietari delle linee, quel grande reticolo di cavi che sormonta la testa di noi cittadini sostituendolo con impianti interrati“.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button