FollonicaPolitica

Donna aggredita, Di Giacinto: “Necessario l’intervento dell’Esercito per garantire sicurezza”

L’aggressione a martellate della sessantacinquenne senese che stava rientrando a casa con un bambino in Zona Nuova – palazzi Sanvenero – è una cosa terribile e da veri delinquenti“.

A dichiararlo è Massimo Di Giacinto, consigliere comunale dell’omonima lista civica a Follonica.

“Siamo ben oltre agli schiamazzi e ai piccoli danneggiamenti a cui ormai siamo abituati ma, negli ultimi giorni, la questione ‘ordine pubblico e sicurezza’ a Follonica è diventata sempre più preoccupante nonostante che le forze dell’ordine facciano del loro meglio – spiega Di Giacinto -. Al di là dei progetti e dei tavoli, resto della stessa idea più volte espressa: è necessario presidiare di più la città. Senza volerla militarizzare, di concerto con le istituzioni competenti, prima fra tutte la Prefettura di Grosseto, potrebbe essere impiegato l’esercito a scopo preventivo come accade in tante città italiane. I follonichesi sono veramente stufi e preoccupati di cosa sta succedendo e ne hanno veramente il motivo“.

Senza tener conto del pessimo ritorno di immagine per la nostra città che, anno dopo anno, è sempre meno sicura. Bisogna intervenire non subito, ma prima. Se ci fosse stata più fermezza in passato non saremmo arrivati ai tragici eventi di questi giorni – termina Di Giacinto -. Invito sin d’ora l’amministrazione comunale, come ha fatto in passato in occasione di altri tragici fatti del genere, e se è  possibile, di costituirsi parte civile in fase processuale“.

Continua a leggere

Un commento

  1. Frequento Follonica da più di vent’anni e ho scelto questa località per il mare, i servizi, … e per la tranquillità. Negli ultimi anni le cose sono molto cambiate: musiche ad alto volume che vengono diffuse fino a notte fonda dai vari bar del centro, finalizzate ad attirare i giovani e indurli a consumare; decine e decine di ragazzi, esagitati, che girano per le strade urlando a squarciagola inni da stadio, epiteti e quant’altro, fino alle tre/quattro del mattino. Senz’altro gli episodi come quello dell’altro giorno sono molto gravi,
    ma la possibilità di domire la notte non è più un diritto del cittadino e il disturbo della quiete pubblica non è più un reato?
    Vorrei tornare a vivere in questa amata Follonica, in tranquillità e libero di uscire per una passeggiata dopo cena, senza il timore di fare brutti incontri.
    Se vedessi più Forze dell’ordine per le strade di sera, mi sentirei più protetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button