Colline Metallifere

Massa Marittima: presentato il servizio di raccolta porta a porta nella zona industriale di Valpiana

Aumentare le percentuali di raccolta differenziata e mettere un freno all’abbandono incontrollato dei rifiuti e alle discariche abusive.

E’ questo il principale obiettivo del nuovo servizio di raccolta porta a porta per la zona industriale di Valpiana messo in campo da Coseca e dall’assessorato all’Ambiente del Comune di Massa Marittima per disincentivare l’abbandono incontrollato di materiale ingombrante e/o pericoloso presso i contenitori stradali e favorire la differenziazione dei rifiuti che, generalmente, in queste specifiche aree è molto scarsa.

La zona in questione ospita circa 66 attività classificate come “Grandi utenze” ed è caratterizzata da abitudini scorrette che comportano inefficienze sui servizi. Coseca provvede infatti spesso alla rimozione di discariche abusive ed è spesso costretta ad interventi di manutenzione sui contenitori stradali poiché hanno una insolita frequenza di rottura.

L’introduzione quindi del porta a porta, sistema di raccolta che passa attraverso il coinvolgimento diretto delle utenze, sia domestiche che non domestiche, porterebbe grandi benefici sia in termini economici che ambientali.

Per illustrare ai cittadini il nuovo servizio, che consisterà nella divisione di quattro tipologie di rifiuti (carta e cartone, multimateriale, organico e indifferenziato) è stato organizzato nei giorni scorsi un incontro al quale hanno partecipato i tecnici di Coseca e l’assessore all’ambiente di Massa Marittima, Giacomo Michelini, accompagnato da altri amministratori e dai tecnici comunali.

Dopo aver presentato il progetto, l’assessore Michelini si è confrontato con i proprietari delle attività commerciali per prendere in considerazione i loro preziosi suggerimenti, al fine di migliorare il più possibile le attività di raccolta differenziata e poter offrire un migliore servizio.

“Estendere la raccolta porta a porta a tutto il territorio – commenta il presidente di Coseca, Roberto Valente –  è la soluzione migliore per riuscire ad elevare i quantitativi di raccolta differenziata e migliorare anche la qualità dei materiali raccolti”.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button