Pubblicato il: 9 Ottobre 2019 alle 17:07

Colline MetallifereNotizie dagli Enti

“Sì al Corridoio tirrenico”: anche i Comuni di Massa, Gavorrano e Scarlino presenti alla manifestazione

L’appuntamento è fissato per sabato 12 ottobre, alle 10, nel parcheggio dell'Enaoli

Sindaci e rappresentanti delle istituzioni locali e regionali, sindacati, associazioni di categoria, Legambiente e tante altre associazioni e cittadini si ritroveranno sabato 12 ottobre per dire “Sì” al Corridoio Tirrenico.

L’appuntamento è fissato alle 10 nel parcheggio dell’Enaoli, a Rispescia. Da li partirà la manifestazione, che si concluderà nel parcheggio del centro commerciale Maremà a Grosseto con un comizio.

Anche il sindaco di Massa Marittima, Marcello Giuntini, il primo cittadino di Gavorrano, Andrea Biondi, ed il sindaco di Scarlino non mancheranno a questa occasione per dire basta ai rinvii e sì ad un progetto fattibile per rilanciare la viabilità veloce in questa parte di Toscana.

“Non bisogna perdere più tempo – spiega Marcello Giuntini: si tratta di una manifestazione sacrosanta e bipartisan per far sentire la nostra voce in favore di una strada che è fondamentale per lo sviluppo del territorio. La Maremma non può più essere la Cenerentola d’italia in fatto di infrastrutture. Basta prendere una cartina stradale e si vede subito che qui c’è una sorta di buco nero. Dopo tanti anni di chiacchiere vogliamo un progetto concreto e realizzabile e non ci arrenderemo finchè il Governo non ci darà rassicurazioni in questo senso”.

In qualità di Sindaco di Gavorrano ho aderito convintamente alla manifestazione indetta a favore della realizzazione del Corridorio tirrenico – dichiara Andrea Biondi -. La nostra terra, la Maremma, ha dati macro economici preoccupanti, un gap di sviluppo economico che certamente ha radici lontane e che solo attraverso una risoluzione delle problematiche infrastrutturali potremmo essere capaci di affrontare“.

«Saremo accanto al presidente della Provincia di Grosseto, Antonfrancesco Vivarelli Colonna – dichiara il sindaco Francesca Travison, alla Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno, alle associazioni economiche e sindacali maremmane e alla delegazione grossetana di Confindustria Toscana Sud in questa giornata di mobilitazione, convinti che non possiamo più attendere che il Governo decida di prendere in considerazione le esigenze della nostra provincia. Da più di mezzo secolo aspettiamo la conclusione del Corridoio tirrenico: adesso vogliamo vedere i cantieri, pretendiamo sicurezza e chiediamo a gran voce che alla Maremma siano date tutte le chance per crescere e svilupparsi. Siamo rimasti fuori dai giochi troppo tempo, troppe persone hanno perso la vita in quel tratto di strada, troppe volte abbiamo dovuto leggere notizie che mai avremmo voluto ricevere. Per la prima volta la Maremma si presenta unita per chiedere al Governo che venga realizzata una superstrada di ultima generazione, sicura, che possa essere percorsa con il limite di 110 km/h»
Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su