Pubblicato il: 15 Maggio 2014 alle 14:54

Scuola

Martina Guadalti vince il Premio Bolis: la studentessa di Magliano si classifica prima su 100 partecipanti

Martina GuadaltiE’ Martina Guadalti, giovane studentessa di Magliano in Toscana, la vincitrice del Premio Bolis 2014 ”Cittadini europei, cittadini del mondo”, dedicato a Luciano Bolis, antifascista e federalista europeo, medaglia d’oro della Resistenza.

Martina, che frequenta la VC del Liceo Rosmini di Grosseto, è arrivata prima tra oltre 100 studenti provenienti da tutta la Toscana ed appartenenti a 20 diversi istituti superiori. Ed è stata premiata in Consiglio regionale, nel giorno della Festa dell’Europa.

Premiate insieme a lei altre 3 studentesse della provincia di Grosseto che frequentano la V C del Rosmini: Ileana Cicerone, di Capalbio, che è arrivata ottava, Camilla Garosi ed Elisabetta Camorrino, entrambe di Grosseto, che sono arrivate rispettivamente 43^ e 44^.

Con il Premio Bolis, i primi 50 studenti classificati, e tra questi le 4 ragazze della provincia di Grosseto, parteciperanno ad un seminario sull’Europa che si svolgerà a luglio nel Parco delle Apuane.

Il Premio Bolis – spiega Marco Sabatini, vicepresidente della Provincia – nasce per diffondere una cultura europea nelle giovani generazioni. E’ un premio di prestigio, giunto ormai alla tredicesima edizione,  promosso dall’Aiccre, l’associazione che riunisce tutti il livelli di governo locale: Comuni, Province e RegioniE’ per noi motivo di grande orgoglio avere ben 4 studentesse del territorio tra i 50 ragazzi che faranno l’esperienza europeista. Un plauso, quindi, alle insegnanti del Rosmini, Rossella Chessa e Cristina Citerni, che hanno seguito il progetto, e ovviamente alle studentesse per l’ottimo risultato raggiunto”.

Queste 4 giovani donne – aggiunge Cinzia Tacconi, assessore provinciale alla pubblica istruzione – sono un modello positivo, sono la testimonianza di una provincia vitale, di un territorio che sa esprimere grandi eccellenze in diversi settori, a partire dalla scuola. Auguro a Martina, Ileana, Camilla ed Elisabetta di far tesoro di questa bella esperienza, e magari di suscitare nei propri coetanei, attraverso il racconto, l’interesse e la voglia di saperne di più sull’Europa”.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su