Cultura & Spettacoli

Martedì sera i bambini dello Studio Enterprise mettono in scena “L’Arcobaleno”

Domani, alle 21, lo Studio Enterprise, scuola di teatro e doppiaggio diretta da Alessandro Serafini, presenta “L’Arcobaleno”, una favola di Maggi e Meriggi, rivisitata da Deborah Tornesi e a cui è affidata anche la regia di questo spettacolo.

“L’Arcobaleno” è la storia di tanti colori, ognuno diverso dall’altro, ognuno con le sue caratteristiche e i suoi pensieri. I colori pensano di poter affrontare tutto da soli: il rosso vuole essere più forte del giallo, il blu è convinto di essere migliore del verde e il viola crede di essere il vincitore in tutto. I giorni sono quindi colorati da liti e sopraffazioni, fino a quando, grazie all’arrivo del pittore della vita, i colori riescono a capire che il modo migliore di comunicare è unirsi. Scopriranno che insieme potrebbero creare cose più belle, più espressive e più emozionanti; scopriranno l’arcobaleno, tra fantasia e realtà, tra passato e presente. Una storia che non ha tempo e luogo. La storia di tutti noi.

Il teatro Enterprise, quindi, si appresta ad accogliere i giovani interpreti della scuola: Giulia Meola, Pardo Mati e Aurora Zamperini, protagonisti con il rosso; Simone Romani e Francesco Ferillo con il viola; Benedetta Romani, Matteo Di Lernia e Zoe Orsolini con il verde; Francesca Peretti e Giulia Biancucci con il blu; Clara Mazzini, Tessa Mati e Morgan Memmi con il giallo; per arrivare a Caterina Masala, il pittore della vita.

Le scenografie sono di Lidia Tavanti e Valerio Brignili, il disegno luci e la voce fuori campo di Alessandro Serafini, l’assistenza alla regia è invece affidata a Luisa Paradiso.

Con questo spettacolo, lo Studio Enterprise dimostra di essere particolarmente attivo e creativo, portando in scena i bambini, per una rappresentazione teatrale che promette emozioni.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button