Pubblicato il: 14 Gennaio 2020 alle 9:34

GrossetoSalute

Manipolazione mentale e condizionamenti psicologici: se ne parla in una conferenza in sala Pegaso

Prosegue a Grosseto l'attività formativa dell'associazione di volontariato sociale Palius

Prosegue a Grosseto l’attività formativa dell’associazione di volontariato sociale Palius, nata in città nel 2016, con lo scopo di aiutare chi soffre di un disagio sociale o di una dipendenza ed i propri familiari.

Si terrà infatti a Grosseto,venerdì 17 gennaio alle 16.30, nella sala Pegaso del Palazzo della Provincia in piazza Dante 1, con il patrocinio dell’amministrazione provinciale, una conferenza, o meglio una “conversazione a più voci”, sul tema “Manipolazione mentale e condizionamenti psicologici“.

La manipolazione mentale è una modalità, utilizzata in modo subdolo e a volte anche inconsapevole, di indurre gli altri a compiere azioni o a dire cose diverse dalla propria volontà. Queste persone adottano in realtà degli schemi prevedibili di comportamento e, una volta compresi tali meccanismi, essi stessi possono essere utilizzati contro di loro per liberarsene definitivamente. L’individuo che utilizza questo tipo di violenza psicologica (perché di questo si tratta) mira a soddisfare i propri bisogni anche a spese degli altri.

Sarà la dottoressa Patrizia Santovecchi, formatore-educatore professionale, presidente dell’Osservatorio nazionale sugli abusi psicologici (Onap), scrittrice di numerosi libri su questo tema, a descrivere dettagliatamente i vari argomenti di questa importante problematica sociale, che purtroppo ancora non è ben conosciuta.

Interverranno Olga Ciaramella, consigliere provinciale delegato alla cultura, e Cristiana Carlucci, presidente dell’associazione Palius Grosseto.

Presidente e fondatrice di Palius, psicologa clinica della salute e della comunità, Cristiana Carlucci, grossetana, fu eletta dall’assemblea dei soci fondatori nel giugno del 2016 e da li ha poi brillantemente condotto il sodalizio per tutto questo primo triennio.

L’obiettivo di Palius Grosseto, è innanzitutto quello della solidarietà sociale. Come? Con interventi per il benessere psicofisico della persona. Un gruppo di volontari, infatti, si mette in gioco con l’intento di promuovere stili di vita sani. Prendendo a modello il problema delle dipendenze da sostanze, gioco d’azzardo, alcol, internet, Palius intende analizzare questi fenomeni aprendo un dibattito su prevenzione e la riabilitazione.

L’associazione di volontariato sociale Palius vuole garantire inoltre l’informazione, la formazione e l’aggiornamento professionale nel campo delle dipendenze, promuovendo interventi finalizzati a ridurre i comportamenti a rischio, soprattutto per i giovani, ed è iscritta al Registro regionale delle organizzazioni di volontariato (Legge 266/1991 e Legge regionale 28/1993 e successive modificazioni).

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su