Pubblicato il: 26 Marzo 2020 alle 18:48

Costa d'argentoPolitica

Coronavirus, la maggioranza: “Comune in prima linea nel contrastare l’emergenza”

"Sin da subito sono stati attivati i dovuti controlli da parte delle Forze dell'ordine e della Polizia Municipale"

Ad ormai tre settimane dalle misure di contenimento ricevute dal Governo per la problematica del Covid-19, teniamo a ribadire l’impegno in prima linea da parte dell’amministrazione comunale nella gestione dell’emergenza sanitaria ed economica“.

A dichiararlo, in un comunicato, è Riccardo Alocci, capogruppo di “Proposta Comune”, gruppo di maggioranza nel consiglio comunale di Monte Argentario.

“Sin da subito sono stati attivati i dovuti controlli da parte delle Forze dell’ordine e della Polizia Municipale, non solo con sopralluoghi e posti di blocco, ma anche con il drone e la videosorveglianza, per evitare soprattutto gli assembramenti. Controlli intensificati nel momento in cui il decreto del 22 marzo ha posto il divieto alle persone residenti in altri comuni di spostarsi nel nostro territorio se non per motivi di assoluta necessità – spiega Alocci -. Sono stati, inoltre, intrapresi e programmati fino alla metà di aprile, interventi di sanificazione straordinaria, che si affiancano a quelli già previsti”.

“Per quanto concerne l’ambito economico-finanziario, l’amministrazione, nel pieno rispetto delle disposizioni governative, ha provveduto alla posticipazione dei pagamenti relativi alla tassa sui rifiuti, suolo pubblico ed insegne, mentre saranno ricalcolate le rette di asilo nido, mensa e scuolabus – continua la nota -. Pertanto, confermiamo la piena fiducia al sindaco e alla Giunta, certi che nel limite delle possibilità di bilancio ed in considerazione dei futuri interventi governativi, sapranno predisporre le giuste misure a tutela delle famiglie e soprattutto delle attività imprenditoriali che sono il volano della nostra economia“.

“Torneranno i momenti di confronto. Ora è il momento del lavoro anche silenzioso, come l’intensa pressione esercitata su Poste Italiane circa l’aumento dei giorni di apertura dell’ufficio postale di Porto Santo Stefano durante il periodo di pagamento delle pensioni, altrimenti aperto a giorni alterni, e la riapertura una tantum della sede di Porto Ercole, altrimenti chiusa. È nel gestire i problemi che si distingue chi fa politica da chi fa il politicante – termina Alocci. Ci preme, infine, ringraziare tutti coloro che operano con il loro volontariato ad effettuare il servizio di assistenza in favore degli anziani, le Forze dell’ordine e coloro che garantiscono i servizi essenziali alla comunità in questo momento particolarmente difficile“.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su