Politica

Canone unico, la maggioranza: “Opposizione vuole impedire tariffe più favorevoli”

Come al solito l’opposizione mistifica la realtà dei fatti. Le commissioni bilancio e lavori pubblici chiamate a esprimersi in modo congiunto sono state partecipate da tutti i consiglieri della maggioranza, nessuno era assente“.

A dichiararlo, in un comunicato, sono i consiglieri provinciali di maggioranza, che intervengono sul regolamento del Canone unico.

“Se una defezione c’è stata riguarda proprio l’opposizione, in quanto il consigliere Mascagni si è astenuto e non ha votato contro – continua la nota -. E non a caso, in quanto l’avvocato Mascagni sa benissimo che in commissione non è stata votata la Cosap, vigente, ma è stato portato il nuovo regolamento del Canone unico, previsto come adempimento necessario dalla legge, che tutte le amministrazioni devono votare entro il 31 del corrente mese. La novità del Canone unico assorbe infatti sia la Cosap sia le occupazioni di suolo pubblico. Per questo la legge lo definisce ‘unico’ e praticamente supera la Cosap con tariffe più favorevoli al cittadino“.

“Infatti, si è arrivati a dimezzare l’imposizione fiscale sul contribuente, rispetto ai precedenti canoni: questa facoltà più favorevole al contribuente è stata immediatamente utilizzata dall’amministrazione Vivarelli Colonna, che, anche in considerazione del periodo Covid che stiamo vivendo, con questo nuovo regolamento riduce le tariffe – sottolinea la maggioranza -. Pertanto l’opposizione, votando contro l’applicazione del nuovo Canone, ha tentato di fatto di impedire un miglior trattamento nei confronti del cittadino, nel tentativo di far permanere le vecchie tariffe, per poi addebitarle alla maggioranza. Questo tentativo, grazie ai consiglieri di maggioranza e all’amministrazione Vivarelli Colonna non andrà in porto, in quanto le nuove tariffe più favorevoli saranno comunque approvate dal Consiglio”.

“Certamente questo modo di fare politica dell’opposizione non può che essere considerato inaccettabile e dannoso non soltanto per la verità dei fatti, ma anche per le tasche dei cittadini e dunque va adeguatamente denunciato. A denunciarlo chiameremo non soltanto i consiglieri di maggioranza, ma anche gli addetti ai lavori i quali hanno già considerato favorevolmente l’applicazione del nuovo Canone e delle nuove tariffe, in quanto migliorative rispetto al precedente regolamento – termina il comunicato -. Tanto per fare un esempio, nel caso dei passi carrabili, l’agricoltore pagherà solo il primo passo carrabile anche nel caso in cui ne dovesse utilizzarne più di uno, con un abbattimento significativo della tariffa“.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button