Politica

Verso le politiche, Tanti: “Via il reddito di cittadinanza, necessario far tornare voucher”

"Garantire il sostegno alle imprese che assumono e risorse ai Comuni per il reddito di dignità"

Con il reddito di cittadinanza il sistema è saltato. Non si possono ricevere più soldi stando a casa che andando a lavorare”.

A dichiararlo è Lucia Tanti, capolista di Noi Moderati, i centristi di centrodestra, nel collegio plurinominale di Arezzo, Siena, Grosseto e Livorno, alle prossime elezioni politiche.

“Anche nelle politiche del lavoro dobbiamo dare più forza ai Comuni che dovranno essere destinatari di maggiori risorse per dare un sostegno a chi è rimasto indietro e impegnarsi a far ripartire l’occupazione – spiega la candidata -. Nessuno meglio di sindaci e assessori può davvero conoscere le condizioni di disagio delle famiglie anche grazie al lavoro, sempre più centrale, degli assistenti sociali. Il reddito di cittadinanza è stata una delle misure più disastrose degli ultimi decenni e seppur parta dal sacrosanto principio, che è soprattutto un dovere, di dare un sostegno a chi è in condizioni di fragilità, ha finito per offrire una ‘paghetta’ che vale più di alcuni stipendi ma, soprattutto, ha mortificato il concetto stesso di lavoro, scoraggiando l’occupazione”.

“Va ribaltato il sistema: il sostegno si dà a chi dà lavoro, a chi il lavoro lo cerca davvero, a chi lo crea dal nulla. Alle partite Iva vanno date risorse per sostenere la propria attività, così come devono essere erogati voucher pensati per i lavoratori stagionali, garantendo sviluppo e legalità – termina Lucia Tanti -. Il tutto grazie ad un forte protagonismo dei Comuni che sono l’istituzione più vicina ai cittadini, alle imprese, alle famiglie e quindi la sola realtà che può vigilare e dare risposte personalizzate“.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button