Decreto sicurezza, Grisanti: “Rossi si oppone e trasforma la Toscana in un grande centro di accoglienza con i soldi dei cittadini”

Alquanto bizzarro il comportamento del governatore Rossi, che contesta il decreto sicurezza del ministro Salvini; inutile vi dica che io invece lo approvo in pieno“.

A dichiararlo è il sindaco di Campagnatico, Luca Grisanti.

“Nel frattempo, Il governatore Rossi e la sua Giunta, avvalendosi del titolo V della Costituzione che permette alle Regioni di legiferare anche in contrasto con le leggi dello Stato, sta approvando una proposta di legge contraria al Decreto sicurezza sulla base del ricorso presentato alla Corte costituzionale – spiega Grisanti -. Ed in tutto questo quale rispetto porta lui in qualità di presidente della Regione a noi sindaci? Che ci ritroveremo grazie alle sue continue mozioni e decisioni, sempre e solo pro migranti, a dover supplire con le esigue risorse comunali che abbiamo“.

“Non basteranno certo i 2 milioni di euro di finanziamento che lui e la sua giunta intendono stanziare. E comunque vi siete chiesti da chi verranno pagati questi soldi? Da tutti i cittadini toscani, indistintamente. E tutto questo per quale motivo? Dare assistenzialismo gratuito agli immigrati, alle spalle degli italiani, mascherandosi dietro una legge che dovrebbe tutelare i diritti della persona. In Toscana abbiamo una sanità allo sbando, liste di attesa di esami strumentali con appuntamenti a distanza anche di anni, ospedali periferici che non si sa più se sono carne o pesce, non c’è un medico dell’ospedale di Grosseto che non si lamenti di un sistema che non funziona assolutamente, tagli di personale e turni massacranti – termina il sindaco -. Di tutto questo la maggior parte della responsabilità è senz’altro del governatore Rossi, al quale dico fortemente ‘No’ a trasformare la nostra regione in un grande centro di accoglienza. Fortunatamente il 2020 è sempre più vicino“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top