Pubblicato il: 23 Agosto 2019 alle 19:55

Attualità

Lotteria Insieme in Rosa 2019: i nomi dei vincitori

Sette i fortunati che si sono aggiudicati i premi della lotteria benefica di Insieme in Rosa onlus estratti da bambini volontari, questo pomeriggio, alle 16, nella sala consiliare del comune di Castiglione della Pescaia.

Il premio più ambito, una Hyundai i10, una citycar omologata per cinque, è andato a Fernanda Solari dell’Isola del Giglio con il biglietto numero D018. Il secondo premio, una bici elettrica Smartway, 24V, 20″, è stato vinto da un altro gigliese, Giovanni Andolfi, con il numero E226. Il terzo, una bici a pedali Nilo, 26″, freni V-Brake se lo è aggiudicato Laura Oliva di Grosseto con il numero B425. In palio c’erano anche un tv led 32″ flat che ha trovato casa a Castiglione della Pescaia da Giacomo D’Onofrio con il biglietto numero E459, un amazon ecoplus che è andato a Emilia Lanzi una turista con il biglietto C294, un e-book Kindel che ha vinto Alessandra Chielli di Buriano (C092), e un tablet 8″ led che si è aggiudicato Clara Barabesi di Castiglione (B394).

I premi sono stati estratti da bambini che, come consuetudine, si sono messi a disposizione per il momento clou dell’estate per l’associazione castiglionese. Loro sono: Emma Lazzara, 8 anni, di Follonica, Valentina Grilli, 9 anni, di Castiglione della Pescaia, Lorenzo e Valerio Rosadini, 8 e 4 anni, anche loro di Castiglione, Emma Fabbrucci, 11 anni, di Grosseto, Emma Barbetti, 7 anni di Buriano, Ginevra Giani, 7 anni di Arezzo.

I vincitori sono stati chiamati in diretta Facebook davanti a Angelo Magagnini, consulente della onlus, Mirko Accioli segretario Insieme in rosa, Bianca Magagnini, una delle socie fondatrici, la dottoressa Alessandra Buonavia, la presidente Donatella Guidi e il sindaco di Castiglione della Pescaia, Giancarlo Farnetani.

Ricordiamo che il ricavato della lotteria andrà a sostenere i progetti di solidarietà della onlus castiglionese che sono l’acquisto di un monitor che renderà più veloci e meno dolorosi gli esami endoscopici per l’ospedale Sant’Andrea di Massa Marittima e, un ecoendoscopio per l’ospedale Misericordia di Grosseto, ovvero uno strumento che permetterà ai medici di vedere zone difficili come il pancreas grazie alla sua risoluzione video.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su