Cultura & SpettacoliGrosseto

“Da Giuliano a Gastone, passando da Carmelita”: Elisa Bellumori presenta il suo libro

L'iniziativa è in programma domenica 25 settembre, alle 18

Un viaggio attraverso il mistero e la magia della nascita, raccontato ai più piccoli. È il libro “Da Giuliano a Gastone, passando da Carmelita” di Elisa Bellumori, illustrato da Chiara Di Vivona ed edito da Innocenti editore, che sarà presentato domenica 25 settembre, alle 18, alla Sala Eden di Grosseto.

Il libro nasce dall’esperienza vissuta dall’autrice, ostetrica, in una scuola elementare dove era stata invitata per spiegare ai bambini l’origine della vita.

Il racconto che ne è nato – spiega Elisa Bellumorinon ha lo scopo di fare educazione sessuale, ma di creare un rappresentazione attraverso l’arte, che trasmettesse la bellezza della nascita e stimolasse la curiosità dei bambini su come ha origine la vita. Vorrei che fosse uno strumento di dialogo tra genitori o educatori e bambini”.

Attraverso la presentazione di personaggi come lo spermatozoo che diventa Giuliano o l’ovocita che si trasforma in Carmelita, l’autrice intende gettare le basi per affrontare, in seguito, argomenti più complessi riguardanti la sessualità spesso, come sottolinea l’autrice “... velocizzata dai nuovi strumenti di comunicazione che non possono tenere conto dei tempi di crescita del minore; il rischio è quello di usare il nostro corpo in maniera inconsapevole, rischiano di fingere di essere adulti, prima di aver vissuto il nostro modo di essere bambini“.

Ad accompagnare Elisa Bellumori nella presentazione del libro, che sarà moderata dal giornalista Paolo Pisani, saranno la ginecologa Nathalie Conti, la professoressa Alessandra Tonelli, l’editore Stefano Innocenti, oltre a Valeria Petri, di “Chicchi d’arte”, che presenterà uno spettacolo di danza ispirato, appunto, dal racconto di Bellumori. Una danza lenta, ciclica, fatta di attesa e accoglienza che rappresenta la magia della nascita, che questa avvenga dalla rotondità di un vetro o dalla terra, fertile e generosa.

Il messaggio che intendiamo dare con l’evento è che ogni nascita contiene in sé una progettualità unica – conclude Bellumori e la coscienza di questo pone la basi della consapevolezza dell’importanza della propria esistenza”.

Durante l’evento sarà possibile gustare un aperitivo e, al termine, la cena al punto ristoro della Sala Eden gestito dalla cooperativa Uscita di Sicurezza.

La serata è a ingresso libero e gratuito, per prenotare per la cena è possibile contattare il numero 327.3945254.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button