GrossetoPolitica

“CulTurismo”: Luca Agresti racconta cinque anni di amministrazione

Il ricavato dalla vendita de libro sarà interamente devoluto in beneficenza

È uscito “CulTurismo. Dall’Amministrazione della riqualificazione a quella delle eccellenze” di Luca Agresti, vicesindaco ed assessore con delega alla cultura e al turismo del Comune di Grosseto.

Un libro che ripercorre alcune delle tappe più importanti del mandato amministrativo della Giunta Vivarelli Colonna e dell’esperienza di Luca Agresti. “CulTurismo”, come svela il titolo, vuole sottolineare il legame strategico per la crescita del capoluogo maremmano tra cultura e turismo senza trascurare altre direttrici fondamentali dello sviluppo e lanciando notevoli spunti di riflessione per il futuro.

È possibile acquistare il libro nelle librerie di Grosseto che lo hanno già richiesto (ovviamente è possibile ancora ordinarlo) e nella sede di Innocenti Editore. Il ricavato dell’autore sarà interamente devoluto in beneficenza e nei prossimi giorni, infine, sarà fissata la data e l’orario per la presentazione ufficiale del testo.

“Sono davvero emozionato per la pubblicazione del mio libro ‘CulTurismo. Dall’Amministrazione della riqualificazione a quella delle eccellenze’ – ha dichiarato Luca Agresti, vicesindaco ed assessore del Comune di Grosseto -. Spero che il testo, oltre a raccontare i risultati più significativi raggiunti dall’amministrazione attuale, con particolare riferimento ai settori della cultura e del turismo, sia in grado di trasmettere al lettore la passione e l’impegno che hanno sempre caratterizzato il mio operato e che indichi le linee guida sulle quali vorremmo muoverci in futuro. Ho sempre pensato che la politica fosse impegno, costanza e serietà, con l’obiettivo di far crescere la comunità tramite la forza delle idee e della squadra. Ecco, spero che da ‘CulTurismo’ sia possibile evincere tutto questo. Ovviamente, non posso fare altro che ringraziare tutti coloro che hanno permesso la realizzazione del libro, tra cui Innocenti Editore e le librerie che lo hanno ordinato”.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button