Difendersi dal bullismo e dal cyberbullismo: il Kiwanis organizza lezioni nelle scuole

Il Kiwanis Club Follonica continua senza sosta le attività con lo scopo di aiutare, difendere e stare vicino ai bambini dalla tenera età fino all’adolescenza ed al raggiungimento dell’età adulta.

A tale scopo ha organizzato, in collaborazione con la scuola primaria di Massa Marittima, appartenente all’Istituto comprensivo scolastico statale “Don Curzio Breschi”, due incontri sul tema del bullismo e del cyberbullismo.

Le iniziative si sono svolte venerdì 15 marzo e ieri.

Venerdì 15 marzo, al mattino, l’evento ha visto coinvolti i bambini della classe II A. L’Incontro è avvenuto in parte nella sala riunioni ed in parte in aula. Nel pomeriggio l’incontro ha visto coinvolti i bambini delle classi IV A, IV B, IV C ed è avvenuto nella palestra della scuola.

La seconda iniziativa ha visto coinvolti i bambini delle classi IV B e IV C e l’Incontro è avvenuto nelle rispettive aule.

Attrice e relatrice degli incontri è stata la dottoressa Silvia Fazzi. Promotore dell’iniziativa è stato il socio del Club Kiwanis follonichese Loriano Lotti. Al socio il Governatore del Kiwanis International, Distretto Italia/San Marino, Franco Gagliardini ha affidato il compito di far organizzare nelle scuole del territorio nazionale, dove sono presenti i Club Kiwanis, attività per sensibilizzare ed informare gli alunni sulle problematiche legate al bullismo ed al cyberbullismo.

Silvia Fazzi è una docente di teatro e comunicazione nelle scuole della Toscana e del Lazio. E’ docente di teatro delle emozioni agli studenti dell’Università della Sapienza di Roma. E’ una scrittrice, sceneggiatrice e regista, esperta di laboratori di didattica nelle scuole sui temi legati al sociale. Con grande competenza e professionalità, facendo frutto della sua grandissima esperienza in campo metodologico e didattico, la dottoressa Fazzi ha insegnato, negli incontri con i bambini presenti, i modi di comportamento per iniziare a difendersi dal fenomeno del bullismo e del cyberbullismo.

Attraverso il gioco, il colloquio, il disegno e la scrittura, è riuscita a coinvolgere e a sensibilizzare i bambini sui temi di grandissima importanza ed attualità, non solo per aiutarli a difendersi dagli atti di bullismo e cyberbullismo, ma anche a rispettare il prossimo, a cominciare dai compagni di classe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top