Massa Marittima, aggravate le lesioni alle mura medievali: “Situazione monitorata”

Si sono aggravate le lesioni in un tratto delle mura medievali di Massa Marittima, situate nella zona di via dei Chiassarelli.

Da un controllo dell’Ufficio tecnico del Comune è emerso che le lesioni interessano una porzione di cinta muraria di circa 16 metri per una altezza media di 10 metri. Si tratta di una serie di lesioni composte da una principale, passante, nella quale è rilevabile una rotazione e traslazione del corpo della cinta muraria, e di una serie di lesioni di entità minore. Il tratto di cinta muraria è completamente svincolato da altre murature.

La lesione principale, presente da alcuni anni e costantemente monitorata, si è fortemente aggravata nell’ultimo periodo, tanto da rendere assolutamente necessario un intervento di messa in sicurezza provvisoria.

L’amministrazione comunale sta seguendo la situazione con molta attenzione – ha detto Maurizio Giovannetti, assessore ai lavori pubblici – e stiamo controllando giorno per giorno l’evolversi delle lesioni. Di questo fatto abbiamo già avvisato la Soprintendenza per i beni architettonici per il paesaggio delle Provincie di Siena, Grosseto ed Arezzo e con loro intendiamo concordare le operazioni di messa in sicurezza delle mura. Operazioni che, vista l’importanza storica e l’altezza delle mura, deve essere eseguita da una ditta specializzata. Dopo la messa in sicurezza temporanea di quel tratto di mura potranno essere effettuate le indagini utili ad individuare le cause dell’aggravarsi repentino del dissesto e valutare le modalità di consolidamento“.

“Anche nel recentissimo passato – ha proseguito Giovannettiil Comune si è adoperato con risultati positivi per il restauro e la conservazione di parti di mura che presentavano criticità analoghe. Le mura civiche di Massa Marittima sono un bene culturale di grande interesse per la città e la Toscana, oggetto di indagini ed interventi ormai da alcuni anni. Le risorse stimate per il loro recupero complessivo sono ingenti e quindi l’amministrazione ha proceduto in questi anni ad interventi stralcio attuati in base alle risorse attivabili di volta in volta“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top