Politica

Verso le amministrative, la Lega: “Grisanti ha amministrato bene, su di sè consenso trasversale”

“Grisanti senza nascondere la sua appartenenza è riuscito a convogliare su di sé un consenso trasversale grazie alla sua capacità amministrativa e alle sue qualità umane”

“Luca Grisanti, con la sua capacità amministrativa e con le sue qualità umane, è riuscito a convogliare su di sé un consenso trasversale, senza nascondere la sua appartenenza o le sue idee, perché a livello comunale emergono il legame territoriale e l’amministratore anziché il politico. Questi meriti gli vengono riconosciuti trasversalmente, tanto che sembra mettere tutti d’accordo. Tranne uno o poco di più”.

Così l’onorevole Mario Lolini e il consigliere regionale della Lega Andrea Ulmi, rispettivamente commissario regionale e provinciale del Carroccio, commentano una campagna elettorale che sta volgendo al termine e caratterizzata per la sfida tra il presente e il futuro, rappresentato da Luca Grisanti, e il passato, più remoto che prossimo, di Pesucci.

“Quanto fatto per Campagnatico da Luca Grisanti è tangibile e sotto agli occhi di tutti – sostiene Ulmi -. Dalle battaglie a tutela del proprio territorio, alla sistemazione delle strade, dall’inizio delle attività per riqualificare lo scheletro di cemento fermo da anni, meglio noto come l’ecomostro, alla videosorveglianza, dalla riqualificazione dei paesi, al sociale. Tutto questo senza discostarsi da quella politica di risanamento del bilancio, con un disavanzo che corre indietro nel tempo. Lo ha fatto con capacità e competenza, forte anche di un gruppo di consiglieri e di assessori che hanno lavorato uniti e che, anche nel periodo critico del Covid, sono riusciti a stare vicini alla popolazione gestendo al meglio la cosa pubblica”.

Sul piano politico la rottura con Forza Italia che si è schierata, a differenza del resto del centrodestra, con Pesucci è evidente, ma non preoccupa la Lega. “Su Luca Grisanti – sostiene Mario Lolini c’è la convergenza delle principali forze del centrodestra, ma anche dei progressisti e riformisti, con gli ultimi due sindaci appartenenti a quest’area politica che si sono espressi in maniera chiara. E’ segno che Grisanti ha lavorato bene, ma soprattutto che nei momenti importanti, in cui c’è la necessità di stare uniti, sul territorio ci si può coalizzare attorno ad una figura competente e rassicurante, che dimostra serietà, ma anche apertura al contributo di tutti. Per questo abbiamo piena fiducia nella vittoria di Grisanti, garantendo a Campagnatico altri cinque anni di governo trasparente del territorio”.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button