Pubblicato il: 16 Marzo 2016 alle 15:00

GrossetoScuola

Giornata mondiale dell’acqua: gli studenti protagonisti con i loro lavori al teatro Moderno

I lavori degli studenti protagonisti della giornata mondiale dell’acqua.

Oggi, al teatro Moderno di Grosseto, sono stati presentati “Nuvole nel bicchiere“, “Acqua da bere” e “Acquamia”, i tre progetti di educazione ambientale promossi da Acquedotto del Fiora in collaborazione con Legambiente e la cooperativa Maremmagica, che hanno coinvolti oltre 1000 ragazzi delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado delle province di Siena e Grosseto.

All’appuntamento, inserito nell’ambito delle iniziative promosse in occasione della giornata mondiale dell’acqua, hanno partecipato Arsenio Carosi, assessore del Comune di Grosseto, Tiberio Tiberi, presidente di Acquedotto del Fiora, Nunzio d’Apolito per Legambiente, Roberta Margiacchi per la cooperativa Maremmagica e l’educatrice Reana De Simone.

Ad aprire l’iniziativa un momento musicale sul tema dell’acqua con il duo composto da Giovanni Lanzini e Samuele Nuti dell’associazione “Amici del quartetto”.

“Nuvole nel bicchiere”

Con “Nuvole nel bicchiere”, rivolto agli alunni degli ultimi due anni delle scuole primarie e a quelli delle scuole secondarie di primo grado e promosso da Acquedotto del Fiora e dalla cooperativa Maremmagica, i ragazzi sono stati guidati in un percorso virtuale attraverso il lungo cammino che compie l’acqua prima di sgorgare dai rubinetti, acquisendo consapevolezza circa l’importanza della risorsa idrica come bene comune. Obiettivo dell’iniziativa è stato quello di contribuire alla formazione di una cittadinanza attiva, promuovendo comportamenti virtuosi rispetto all’uso e alla gestione dell’acqua, sia da parte dei ragazzi che delle loro famiglie e del personale docente e non docente delle scuole. Al termine del progetto, le classi coinvolte hanno realizzato degli spot pubblicitari da presentare agli altri allievi delle scuole, mirati a diffondere l’utilizzo consapevole e sostenibile della risorsa idrica. Un’apposita commissione valuterà lo spot migliore, premiando la classe che lo ha realizzato con una visita alla sorgente dell’Ermicciolo, a Vivo d’Orcia, il prossimo 22 marzo, in occasione della giornata mondiale dell’acqua.

“Acqua da bere”

Il progetto “Acqua da bere”, promosso da Acquedotto del Fiora e Legambiente e rivolto agli allievi delle scuole primarie, ha fatto conoscere ai ragazzi le qualità fisico-chimiche dell’acqua, insegnando loro a riconoscere la qualità e la sicurezza igienica e sanitaria della risorsa idrica che arriva nelle case, sottolineando allo stesso tempo come essa sia fondamentale per ogni forma di vita, ma estremamente scarsa. L’attenzione di è poi focalizzata sulla necessità di adottare una cultura diversa sull’acqua, evitando gli sprechi e apprezzando e bevendo quella del rubinetto, comoda, sicura, controllata, economica. Nel corso del progetto, inoltre, gli studenti hanno elaborato alcuni libretti in cui inserire le analisi chimico/fisica dell’acqua del proprio territorio, utilizzando i dati sula qualità della risorsa forniti da Acquedotto del Fiora e pubblicati sul sito internet del gestore, www.fiora.it.

“Acquamia”

“Acquamia” è il progetto coordinato dall’educatrice Reana De Simone e rivolto agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado, i quali sono stati coinvolti in un percorso finalizzato a diffondere una maggiore consapevolezza sulla qualità e sul corretto uso dell’acqua e a conoscere le attività del gestore del servizio idrico integrato, anche attraverso una visita guidata alla nuova sede del telecontrollo in località Grancia (Grosseto). Come atto conclusivo del progetto, ci sarà la possibilità di realizzare un murales, il quale, in accordo con i Comuni, vedrà recuperata una facciata di un edificio che si trasformerà in oggetto di comunicazione, specchio della sensibilità acquisita dagli studenti sulla risorsa idrica e invito per la collettività a tutelare l’acqua, il bene più prezioso per la vita.

“Oggi ci troviamo in questa bellissima cornice del teatro Moderno per celebrare la festa dell’acqua, una risorsa importante per l’umanità – ha dichiarato Tiberio Tiberi, presidente dell’Acquedotto del Fiora –. Quest’anno abbiamo coinvolto più di 1000 studenti e, a questo proposito, ringrazio i loro insegnanti per la disponibilità e la collaborazione. I ragazzi sono i veri protagonisti di questa iniziativa perchè con i loro lavori ci offrono la possibilità di riflettere su un tema importante: basti pensare, infatti, che nel 2010 l’Onu ha stabilito che l’acqua è un diritto di ogni uomo“.

Ci rivolgiamo agli studenti – ha concluso Tiberi perchè vogliamo piantare nelle nuove generazioni il seme dell’educazione per un corretto utilizzo dell’acqua. Un giusto impiego della risorsa idrica, infatti, non solo consente di eliminare gli sprechi, ma anche di abbattere i costi, sia per il gestore che per il consumatore“.

Ripongo grandi speranze su di voi – ha sottolineato l’assessore Arsenio Carosi rivolgendosi agli studenti –. Ho visto i vostri lavori e mi sono reso conto che, nonostante la vostra giovane età, siete già consapevoli dell’importanza dell’acqua come bene primario e come simbolo di vita“.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su