FollonicaNotizie dagli Enti

Senzuno: al via il cantiere per la riqualificazione del quartiere

I lavori potranno partire a breve

Partirà a breve il cantiere che renderà più bello e accogliente il quartiere di Senzuno, a Follonica: i tempi dipenderanno dal Tribunale amministrativo regionale.

È stato infatti presentato un ricorso da una delle ditte edili che hanno partecipato al bando di gara fatto dalla Provincia di Grosseto per l’affidamento dei lavori e, in base alla decisione del Tar, i tempi potrebbero slittare di circa un mese. Se il tribunale concederà la sospensiva, l’inizio dei lavori dovrebbe essere fissato per la metà di gennaio, altrimenti il cantiere sarà avviato nei prossimi giorni.

Quella di Senzuno è una riqualificazione rientrata nei fondi del Pnrr per la rigenerazione urbana – il Comune si è infatti aggiudicato circa 5 milioni di euro di finanziamento per realizzare il progetto di riqualificazione del quartiere – e segue una normativa speciale, con tempi di rendicontazione rigidi.

Ieri pomeriggio, in occasione di un incontro pubblico al quale hanno partecipato il sindaco Andrea Benini, la Giunta e l’architetto progettista e direttore dei lavori Jan de Clercq di NuvolaB, è stato presentato il possibile crono programma.

L’amministrazione ha voluto sottolineare l’attenzione che verrà posta per i mesi estivi, durante i quali il cantiere si fermerà per permettere lo svolgersi della stagione turistica.

«Si tratta di un intervento enorme per il quartiere e nel quale crediamo molto. Tengo a precisare che non vogliamo toccare l’estate – ha spiegato il sindaco Benini –. Al 31 maggio è fissata la chiusura del primo stralcio di intervento. Il lavoro inizierà dalle prime tre traverse di via della Repubblica fino a via Solferino. Dopodiché si aprirà l’intervento sul primo tratto di via Repubblica, fino a via Firenze».

Dopo gli interventi nella parte centrale, si proseguirà con l’area del depuratore, per la realizzazione del parcheggio che sarà realizzato con risorse comunali per 1 milione e 300mila euro.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button